Di 28 ce n'è uno, anche per le compagnie telefoniche

Adjust Comment Print

Nei sempre più numerosi casi di offerte convergenti, che includono servizi di telefonia mobile e fissa, la regola di fatturazione e rinnovo sarà necessariamente su base mensile. Due anni dopo, ora che tutti gil operatori italiani si sono adeguati al nuovo standard (con l'eccezione di Fastweb, che ha in previsione il passaggio per il prossimo 1 maggio), arriva lo stop di l'Agcom: in un comunicato stampa che potete leggere qui, e che fa esplicitamente riferimento solo alla telefonia fissa, il garante delle comunicazioni invita gli operatori a tornare sui loro passi e ripristinare la cadenza mensile per i pagamenti. Per la telefonia fissa "il criterio della fatturazione deve essere il mese", mentre per la telefonia mobile la cadenza della fatturazione "non può essere inferiore ai 28 giorni", come è già da diversi mesi.

Si ritiene opportuno, confermando anche in questo caso l'opzione sottoposta a consultazione pubblica, prevedere un parametro temporale certo per il rinnovo delle offerte/fatturazione, che renda effettiva la libertà di scelta degli utenti e consenta anche un agevole controllo dei consumi e della spesa, individuato su base mensile o suoi multipli (applicabile, per le medesime ragioni di tutela degli utenti, anche in caso di offerte bundle fisso/mobile). Secondo gli operatori, la trasparenza è garantita visto che i clienti hanno il diritto di recedere dall'offerta di fatturazione a 28 giorni entro 30 giorni dalla notifica. Ricordiamo che a fare da apripista alla rimodulazione è stata Wind a marzo 2015, seguita a giugno da Vodafone e ad agosto da TIM. Al di là sei malcontenti tra le associazioni dei consumatori, non si sono fatte attendere le sanzioni. A tale proposito Agcom ha deciso che "gli utenti debbano conoscere gratuitamente il proprio credito tramite una pagina ad accesso riservato consultabile nel sito web dell'operatore o tramite applicazioni dedicate, nonché attraverso un messaggio informativo inviato dal numero telefonico di assistenza clienti o via sms gratuito".

"Michelle Hunziker è incinta", tutte le indiscrezioni sulla (presunta) gravidanza della svizzera
Michelle Hunziker e Tomaso Trussardi hanno due figlie , Sole , 3 anni, e Celeste , 2. Sicuramente ci penseranno tra un anno , adesso non è il momento.

Per questo "tuteleremo i diritti dei nostri associati nelle sedi più opportune", scrive Asstel.

Comments