Migranti, i minori soli non potranno essere respinti

Adjust Comment Print

Gentiloni: "Scelta di civiltà". Ai fini dell'applicazione delle disposizioni della proposta di legge, l' articolo 2 definisce il minore straniero non accompagnato come il minorenne non avente cittadinanza italiana o dell'Unione europea che si trova per qualsiasi causa nel territorio dello Stato o che è altrimenti sottoposto alla giurisdizione italiana privo di assistenza e di rappresentanza da parte dei genitori o di altri adulti per lui legalmente responsabili in base alle legge vigenti nell'ordinamento italiano. Lo afferma la deputata del Pd, Barbara Pollastrini, relatrice del progetto di legge. Solo l'anno scorso sono stati 25.846 i migranti adolescenti senza famiglia giunti nel nostro paese. "Sono ragazzi che non sono accompagnati". Lo fanno con una parola nel cuore: speranza. "Molti di loro scompaiono, finiscono nel girone terribile di sfruttamento, prostituzione, tratta, organizzazioni criminali". "E' una legge importante - ha concluso - anche perché scritta a più mani". Ispirata da agenzie e associazioni umanitarie, da sindaci e amministratori, da operatori sociali e della giustizia.

Il testo è stato approvato a Montecitorio con 375 voti a favore, 13 contrari (Lega) e 41 astenuti (tra cui Forza Italia).

La legge prevede, inoltre, che sia garantito il diritto all'assistenza legale attraverso il gratuito patrocinio a spese dello Stato. "Un segnale di avanzamento sul fronte dei diritti che adesso è necessario tradurre in termini concreti, verificando il funzionamento dei processi di accoglienza e integrazione".

Cosa cambia con la nuova legge.

Le procedure per l'accertamento dell'età vengono migliorate e uniformate. Prima dell'approvazione del ddl non esisteva infatti un provvedimento di attribuzione dell'età, che d'ora in poi sarà invece notificato sia al minore che al tutore provvisorio, assicurando così anche la possibilità di ricorso.

F1: la "Rossa" torna a vincere con Vettel nel primo Gp d'Australia
Una cosa molto buona che testimonia il fatto che la Ferrari potrebbe veramente lottare per la vittoria a Melbourne . Un Bottas a metà tra la gioia per il primo podio in Mercedes e il rammarico per non essere riuscito a far meglio.

Sarà inoltre garantita maggiore assistenza, anche grazie alla presenza di mediatori culturali durante tutta la procedura. Il modello attivato dal ministero e finora utilizzato prevede una fase di prima accoglienza in strutture governative ad alta specializzazione e un'accoglienza di secondo livello nell'ambito dello Sprar (Sistema di protezione richiedenti asilo e rifugiati) dedicato ai minori stranieri soli, adeguatamente potenziato.

Il "superiore interesse del minore" prevale su ogni aspetto organizzativo e strutturale, vale a dire che nell'interesse del bambino, previe indagini familiari svolte dalle autorità competenti, anche un eventuale rimpatrio assistito dovrà essere gestito non più dal Ministero del lavoro e delle Politiche Sociali al Tribunale per i minorenni.

Riguardo ai permessi di soggiorno, i minori potranno richiederli direttamente alla questura competente, anche in assenza della nomina del tutore. Con l'istituzione del registro delle famiglie affidatarie, la legge pone l'accento sulla priorità dell'affido familiare rispetto alle classiche strutture di accoglienza.

Sono previste maggiori tutele per il diritto all'istruzione e alla salute, con misure che superano gli impedimenti burocratici che negli anni non hanno consentito ai minori non accompagnati di esercitare in pieno questi diritti. Viene prevista infine la possibilità, esercitata ad oggi sulla base di un vecchio Regio Decreto, di supportare il neomaggiorenne fino ai 21 anni di età qualora necessiti di un percorso più lungo di integrazione in Italia. Al compimento della maggiore età il permesso di soggiorno verrà convertito quasi automaticamente visto che il testo prevede il meccanismo del silenzio assenso della pubblica amministrazione.

Comments