Russiagate, Flynn pronto a deporre ma in cambio dell'immunità

Adjust Comment Print

Il suo ex consigliere per la Sicurezza Nazionale, il generale Michael Flynn infatti sarebbe pronto a testimoniare, in cambio dell'immunità, davanti alle commissioni parlamentari che indagano sul cosiddetto Russiagate cioè sulle ingerenze russe nelle elezioni presidenziali Usa e sui legami di Trump con Mosca.

"Il generale Flynn ha molto da svelare e ha voglia di raccontare la verità sul caso Russia-gate, se le condizioni lo permetteranno. Nessuna persona ragionevole si sottoporrebbe a domande in un contesto cosi' fortemente politicizzato e di caccia alle streghe, rischiando un'ingiusta azione penale", ha dichiarato in una nota l'avvocato di Flynn, Robert Kelner, dopo le anticipazioni del Wsj, senza esplicitamente menzionare la richiesta di immunità. Flynn avrebbe intrattenuto legami con l'ambasciatore russo a Washington, Sergei Kislyak, con il quale aveva discusso delle sanzioni americane contro Mosca mentre era ancora un semplice privato cittadino.

All'avvocato di Flynn è stato detto, secondo le fonti, che l'immunità al momento "non è un'opzione sul tavolo", ma non è detto che non possa essere accordata in un secondo momento. La notizia è stata rivelata dal Wall Street Journal che cita non meglio specificate fonti ufficiali informate.

Londra, manifestazione contro la Brexit
Questo articolo cita: " Ogni Stato membro può decidere di recedere dall'Unione conformemente alle proprie norme costituzionali ". Un calo tra lo 0,5 e lo 0,9 in punti percentuali, per poi risalire prima che la semplice diminuzione divenisse un crollo .

Si complica intanto la posizione del presidente della commissione Intelligence della Camera dei Rappresentanti, Devin Nunes, considerato troppo vicino a Trump per guidare un'inchiesta credibile sul Russiagate.

Dalla sua, l'ex consigliere ha tre ex collaboratori del Presidente, Paul Manafort, l'ex adviser Roger Stone e Carter Page. Il presidente ha accusato il suo predecessore, Barack Obama, di averlo fatto spiare. Un'inedito, da quelle parti, dove la lotta per il potere è sempre stata feroce, ma con un occhio di riguardo alle formalità istituzionali.

Comments