É morto il politologo Giovanni Sartori: aveva 92 anni

Adjust Comment Print

A riferire la notizia della morte è il Corriere della Sera, di cui Sartori era da anni editorialista. Ha insegnato fra l'altro alla Columbia University ed era professore emerito di scienza politica all'Università di Firenze.

A Firenze aveva cominciato insegnare scienze politiche ed era stato anche preside della facoltà.

Sartori fu autore di numerosi saggi e nel corso della sua carriera ha anche ricevuto otto lauree ad honorem. Il motto che spicca nel suo sito internet ben rappresenta il suo atteggiamento: "Il mondo è diventato così complicato che sfugge alla comprensione anche degli esperti". A chi un giorno gli chiese: "Dicono che lei sia un pò altezzoso?", rispose: "Certi personaggi sono dei pigmei". Al Sartori costituzionalista vanno ascritte le definizioni Mattarellum e poi Porcellum affibbiate alle legge elettorali, oltre alla strocatura della la riforma ideata da Renzi. "Parla molto e bene, è svelto e intelligente, si muove con velocità ma manca di quella che i latini definivano gravitas". Autore di fondamentali volumi tradotti in una molteplicità di lingue, Sartori ha scritto di democrazia, di partiti e di sistemi di partito, di teoria politica e di analisi comparata, di ingegneria costituzionale. Al momento proporrei Bastardellum.

Spalletti: "Lo ripeto, se non vinco non rimango"
Il rammarico più grande per la squadra empolese è quello di non aver concretizzato le numerose occasioni da rete create. Risponde la Roma con Salah che illumina per Perotti: colpo di testa fuori di un metro da buona posizione.

A lui si deve la nascita della "scienza politica" come disciplina accademica in Italia.

È stato sposato con la nobildonna Giovanna di San Giuliano e, dall'autunno 2008, è stato fidanzato con l'artista Isabella Gherardi, con la quale si è unito a nozze nell'ottobre del 2013. Ha donato moltissimi libri alla biblioteca del Senato, che nel 2016 gli ha dedicato una sala.

Comments