Insigne: "Non bisogna pensare agli episodi dell'andata, nessun alibi. Su Higuain…"

Adjust Comment Print

Un trofeo che Lorenzino, intervistato dalla Rai, ha già conquistato nel 2014 da protagonista, realizzando una doppietta in finale con la Fiorentina nella tragica notte romana che costò la vita a Ciro Esposito. Una partita che vale un'intera stagione con il Napoli lontano dalla vetta del campionato, escluso dalla Champions e con in mano il lumicino della Coppa Italia: "Sono successi tanti episodi all'andata, ma non dobbiamo cercare alibi questa è una gara diversa".

Ritornando alla sfida, la Juve, campione d'Italia per cinque anni consecutivi, la squadra che salvo eventi impronosticabili otterrà il sesto tiolo consecutivo, gioca da provinciale al San Paolo ricoprendo di ridicolo se stessa ed il calcio italiano in mondo visione visto che in fin dei conti la squadra torinese si presenta all'estero come la miglior squadra d'Italia rappresentando così tutto il movimento pallonaro italiano.

Apple ha rilasciato iOS 10.3.1 per iPhone e iPad
L'ultima patch non introduce novità sostanziali rispetto alla precedente. L'aggiornamento non è molto pesante, è inferiore ai 30 MB .

Lorenzo Insigne ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni del Tgr Campania: "Come sanno tutti, tra noi e la Juventus c'è grande rivalità e io, unico napoletano, scendo in campo anche con altre emozioni e responsabilità. Provo sempre a dare il massimo per la squadra e la città". Spero di fare gol ma dobbiamo superare il turno, chi segna segna.

Il saluto al Pipita - Ovviamente le storie nella storia del confronto Napoli-Juventus sono infinite e tra le tante tiene banco soprattutto quella legata a Gonzalo Higuain. E' dura ma non è impossibile. "Allegri ha l'imbarazzo della scelta ma il nostro è un gruppo fantastico, che propone un gioco eccellente".

Comments