Inter, Pioli: "Terzo posto? Non dobbiamo porci limiti"

Adjust Comment Print

Così ha risposto Pioli a chi gli chiedeva se il terzo posto può ancora essere un obiettivo alla portata. Il suo ambientamento procede per il meglio, anche se si tratta di un processo molto lungo che sicuramente darà i suoi frutti nelle stagioni successive. Se le vinceremo tutte, potremo sperare di ottenere un risultato molto importante, sara' molto difficile ma non sara' difficile affrontare ogni partita con questa mentalita', dare il massimo per ottenere il massimo - insiste il tecnico nerazzurro - Dobbiamo pensare solo di gara in gara e giorno dopo giorno. Abbiamo le qualità per poterlo fare. Pioli ribadisce che "i bilanci e le scelte vanno fatte a fine stagione" e tiene alta l'attenzione della squadra: "Abbiamo fatto un buon lavoro finora ma non significa niente se non saremo altrettanto bravi a gestire bene questo finale di campionato e fare molti punti in queste nove partite". Dobbiamo dare il massimo sempre, in ogni singolo allenamento. Con questo nuovo modulo i nerazzurri, spinti dal loro pubblico, hanno un occasione clamorosa con Icardi che a porta praticamente vuota manda alto il più facile dei tap-in; errore che risulterà fatale, quando al 39′ Brozovic, autore di una prova insufficiente, commette un ingenuo fallo di mano su una punizione di Alvarez: è rigore. "Mercato? Se ne abbiamo parlato non te lo vengo a dire".

MERCATO E GIOVANI - "Ora siamo concentrati su quello che dobbiamo fare, ci sarà il tempo poi per altro". Dove migliorare l'Inter?: "Sicuramente possiamo migliorare nelle fasi della partita". La sosta c'è stata e l'abbiamo sfruttata come ritenevamo giusto sfruttarla. Abbiamo avuto tanti nazionali e oggi è stato il primo vero allenamento insieme.

Apple ha rilasciato iOS 10.3.1 per iPhone e iPad
L'ultima patch non introduce novità sostanziali rispetto alla precedente. L'aggiornamento non è molto pesante, è inferiore ai 30 MB .

"Guarderò la partita tra due squadre molto forti, ma penserò alla nostra gara di lunedì". Gabigol sta lavorando bene, è in crescita. Da allenatore a prescindere preferisco avere giocatori motivati e stimolati, Mauro l'ho visto in questi giorni motivato e felice, so quanto sarebbe importante per lui una convocazione. "È ovvio che ci sono giovani italiani forti, li conosco e saprò informare bene la società al momento opportuno".

Comments