Allegri: Un punto che pesa. Gli scudetti si vincono anche giocando così

Adjust Comment Print

Sono le parole dell'allenatore del Napoli, Maurizio Sarri, alla vigilia del match contro i bianconeri. In sala stampa il tecnico degli azzurri analizza la gara e lascia anche un paio di spunti di calciomercato. Noi siamo stati poco lucidi in fase di possesso, ma avevo previsto le difficoltà I campionati si vincono anche così, portando a casa punti importanti in partite difficili come queste: "noi l'abbiamo fatto". La forza di una squadra è quella di capire la partita ed adattarsi, se riesci ad attaccare lo fai altrimenti ti difendi e non perdi. "Spiace non aver vinto, il pubblico di stasera lo meritava". Su Milik ancora in panchina. I commenti non devono necessariamente rispettare la visione editoriale de Il Sole 24 ORE ma la redazione si riserva il diritto di non pubblicare interventi che per stile, linguaggio e toni possano essere considerati non idonei allo spirito della discussione, contrari al buon gusto ed in grado di offendere la sensibilità degli altri utenti. "Altrimenti sicuramente Arek avrebbe trovato spazio". "Dobbiamo concedere poco e ripetere quanto fatto all'andata senza metterci dentro quei due errori che poi sono risultati fatali". Si stava scaldando Milik ma non ho potuto fare certe scelte per motivi contingenti.

Ha parlato ai microfoni di Mediaset Premium l'allenatore della Juventus Massimiliano Allegri dopo la gara che ha visto impattare la sua squadra per 1-1 al San Paolo. "Stasera forse sarebbe entrato, se non ci fossero stati due cambi forzati: con lui entreremmo di più in area, ma perderemmo un po' di velocità nel fraseggio".

Reina era out per infortunio, Sarri ha scelto Rafael e non Sepe.

Genova, cinghiali in spiaggia
Siamo sempre nel giardino del Garden, il ristorante dei bagni Nuovo Lido, i più esclusivi della città. Genova - Ancora incursioni di cinghiali per le strade del capoluogo ligure.

Questa ormai è finita perciò anche per me diventa più importante la prossima. Per farlo, rispetto alla gara appena svoltasi, Sarri medita un cambio di interpreti e, in parte, di filosofia di gioco: lo 0-0 di partenza della contesa di due giorni fa ha permesso al toscano di Figline Valdarno di non forzare eccessivamente la mano tatticamente se non a ripresa inoltrata, il doppio svantaggio di coppa costringerà, necessariamente, il tecnico di casa, ad utilizzare armi differenti per scardinare il bunker juventino. Domanda su Ivan Strinic, che stasera a sorpresa è partito titolare al posto di Ghoulam: "Strinic quest'anno ha giocato più dell'anno scorso".

Il Napoli rappresenta Napoli perché il napoletano è spettacolare e fantasioso e quel modo di giocare della squadra rappresenta la città a differenza di Torino che è città pragmatica in cui contano i numeri e la Juventus si è adeguata.

Comments