Siria, la condanna di Putin: "Aggressione contro Stato sovrano"

Adjust Comment Print

L'obiettivo del raid era "impedire che il regime usi armi chimiche di nuovo". Il presidente ha detto: "il dittatore della Siria, Bashar al-Assad, ha lanciato un terribile attacco con armi chimiche contro civili innocenti, uccidendo uomini, donne e bambini".

Gli Stati Uniti hanno fornito versioni contrastanti sull'avvenuta comunicazione preventiva a Mosca dell'attacco alla base aerea in Siria.

Amici, Morgan: "Qui per pagare i debiti. Lo Strego? Un misunderstanding"
A quel punto Shady ha chiesto chiaramente a Mike Bird cosa pensi di Riccardo: "Tu lo stimi come musicista e cantante? ". Il pubblico lo rispetto ma chiedo maggiore concentrazione, perché se tutti fanno cagnara si perde quello che succede.

Attacco Usa in Siria: lanciati 59 missili. Dimitri Peskov ha sottolineato che la Russia non crede che la Siria possieda armi chimiche e che la mossa degli Stati Uniti porta "danni considerevoli" al rapporto con la Russia e crea inevitabilmente un serio ostacolo alla creazione di una coalizione internazionale per combattere il terrorismo. Frasi che archiviano la prospettiva di un miglioramento dei rapporti tra Cremlino e Casa Bianca, ma a Mosca si lascia intendere che l'idea è di lasciare passare un po' di tempo, ma soprattutto di aspettare e vedere quali saranno adesso i prossimi passi di Trump. Il problema, insomma, è se ci saranno sviluppi da parte americana. "A ogni esperto è chiaro che la decisione di effettuare gli attacchi è stata presa da Washington prima degli eventi ad Idlib che sono stati semplicemente usati come pretesto per dimostrare la forza". Intanto, il Segretario di stato statunitense Tillerson si trova a Mosca per un vertice con l'omologo russo Lavrov. Il presidente del comitato Esteri della Duma Leonid Sluzky fa un timido tentativo di giustificare il mancato "amico", parlando di una misteriosa "provocazione per delegittimare Trump", mentre il suo collega della camera alta Konstantin Kosachev ci mette una pietra sopra: "I muri di Trump si moltiplicano". E potrebbe puntare a rilanciare il negoziato, cercando un negoziato sottobanco con gli Usa sul destino di Assad. Ma il presunto attacco chimico nella provincia di Idlib può essere vantaggioso per quanti cercano di delegittimare la legittima leadership siriana così come per i terroristi, ha detto ancora Peskov rispondendo ad una domanda in tal senso.

Comments