Spose bambine. Un caso, con lieto fine, a Torino

Adjust Comment Print

A 15 anni promessa sposa, contro il suo volere, ad uno sconosciuto di dieci anni più grande di lei, che vive in Egitto.

Segnalata alla Procura la madre, che nel frattempo avrebbe lasciato Torino con gli altri figli, due bambine di tre e sei anni e un ragazzino di 12. La 15enne ha ricominciato ad andare a scuola, accompagnata dagli educatori, e può finalmente trascorrere nuovamente del tempo insieme alla sua amica del cuore che, incoraggiandola a ribellarsi a quell'assurdo matrimonio combinato, le aveva prestato il telefonino per telefonare al Servizio 114 Emergenza Infanzia.

Rashida (nome di fantasia), una studentessa di origine egiziana, è stata allontanata dalla sua famiglia d'origine dopo un provvedimento del tribunale dei minori di Torino. Quindi le confidenze con una compagna di classe che l'ha convinta a rivolgersi alla polizia per denunciare quanto le stava accadendo.

Amici, Morgan: "Qui per pagare i debiti. Lo Strego? Un misunderstanding"
A quel punto Shady ha chiesto chiaramente a Mike Bird cosa pensi di Riccardo: "Tu lo stimi come musicista e cantante? ". Il pubblico lo rispetto ma chiedo maggiore concentrazione, perché se tutti fanno cagnara si perde quello che succede.

La chiamata, dall'Ufficio Minori della Divisione Polizia Anticrimine della Questura, era stata inoltrata al commissariato di Barriera di Milano, diretto da Alice Rolando, che ha incontrato la ragazza a scuola insieme alla dirigente scolastica. I poliziotti che sono andati a trovarla la descrivono come "felice" e "serena" e lei sembra avere le idee chiare.

Alcuni giorni fa a Pavia una 14enne marocchina è stata tolta alla famiglia dopo che aveva raccontato di essere stata picchiata a frustata con la cinghia perché non voleva portare il velo e si comportava troppo "all'occidentale".

In Italia da sette anni, la ragazzina era stata promessa in sposa ad un egiziano, un commerciante ora irreperibile. "Anche qualora la verità sia difforme dalla sua denuncia - ha spiegato il procuratore del tribunale minori Ciro Cascone, - si è comunque creata una situazione di disagio che va valutata con molta attenzione e con sensibilità".

Comments