Corea del Nord: attacco Usa in Siria giustifica la bomba atomica

Adjust Comment Print

Il consigliere per la Sicurezza nazionale Usa, H.R. McMaster, ha definito una misura "prudenziale" l'invio della portaerei "Carl Vinson" nell'area della penisola coreana e, in una intervista a Fox, ha precisato che il presidente, Donald Trump, intende "studiare tutte le opzioni per eliminare la minaccia" nucleare nordcoreana, diretta "contro gli Usa e contro i nostri allati nella regione". La decisione, presa dal comando statunitense mostra l'intenzione degli Stati Uniti di mobilitarsi contro Pyongyang per smorzare le ambizioni nucleari mostrate dal dittatore Kim Jong-un. Secondo quanto diffuso dai media locali, i quali citano un portavoce del ministero degli Esteri del regime nordcoreano, Kim Jong-un infatti considera l'attacco degli Stati Uniti contro la Siria "un atto di aggressione intollerabile, che prova più di un milione di volte quanto sia giusto che la Corea del nord continui il proprio programma nucleare".

Il maggior pericolo è costituito dal regime nordcoreano e dai suoi misteriosi programmi di armamento, che minacciano paesi alleati degli Stati Uniti come il Giappone e la Corea del Sud.

Le rassicurazioni di Trump a Seul si giustificano coi timori che Pyongyang possa procedere a un altro test nucleare o di un missile a lunga gittata in occasione del 15 aprile, giorno del compleanno del fondatore dello Stato Kim Il-sung e nonno del leader attuale.

Genoa, Mandorlini: 'Non sarà facile uscire da questa situazione'
Starà a me trovare il modo più adatto per uscire da questo momento, sarà una gara importante sia per i ragazzi che per i tifosi. La situazione è decisamente critica perché ora il Crotone è a -9 e si avvicina pericolosamente al Grifo, squadra allo sbando.

Il gruppo di navi da guerra Carl Vinson, sotto il controllo della terza forza del Pacifico Orientale, ha sospeso una missione prevista in Australia per dirigersi in acque vicine alla penisola coreana dove già era stata di stanza un mese fa per partecipare alle manovre militari annuali assieme alla marina della Corea del Sud.

- secondo la fonte - in risposta alle recenti provocazioni della Corea del Nord.

Comments