Pareggio spettacolo che serve a poco, 2-2 tra Samp e Fiorentina

Adjust Comment Print

Viola con due punte vere e subito pericolosi con Babacar al 48': cross di Tello da destra, dopo la combinazione con Kalinic, ma la sua deviazione volante è bloccata in due tempi da Viviano. Torreira serve con un filtrante Fernandes che dal limite di prima intenzione batte Tatarusanu con un diagonale ad incrociare. La Fiorentina reagisce provandoci con Bernardeschi ma la punizione del talento toscano finisce a lato.

La Fiorentina raggiunge la Sampdoria due volte e torna a casa con un punto sotto il braccio. Poi, infatti, Tatarusanu salva il risultato su Bruno Fernandes, Torreira è impreciso e Babacar sfiora il pareggio al termine di una bella azione corale.

Alvarez: Non poteva chiedere un impatto migliore sulla partita: entra e segna praticamente subito riportando avanti la squadra di Giampaolo: certo Tatarusanu gli dà una mano non intervenendo proprio ottimamente sul tiro, ma lui si è fatto trovare pronto e lucido per colpire. I toscani spingono e al 56' centrano un clamoroso palo interno con Tello, salito di colpi rispetto alla prima frazione.

Roma, Salah lancia la sfida: "Juventus, adesso le vinciamo tutte"
Anche il campo era secco ma abbiamo giocato bene dopo aver sbloccato controllando quasi tutto il resto di gara. Col Bologna sarà difficile, ma dobbiamo vincere assolutamente.

Pareggio spettacolare che però costa caro alla Fiorentina.

Tutto sommato, all'intervallo, vantaggio meritato per la Samp. La Fiorentina non ci sta, reazione veemente, palo clamoroso di Kalinic, ancora Bernardeschi, soffre la Samp e all'89' arriva la doccia fredda. Sousa corre ai ripari inserendo Chiesa per Milic mentre Giampaolo risponde con Regini per Dodò. A differenza del canovaccio che vede solitamente i blucerchiati più efficaci nella ripresa, stavolta la squadra di Giampaolo ha giocato un ottimo primo tempo, per poi cedere un po' nei secondi 45 minuti, rischiando anche di capitolare all'ultimo secondo del recupero, "graziata" da Babacar, ipnotizzato da Viviano che respinge di piede il possibile gol del 2-3. "Questo risultato ci toglie una chance per l'Europa ma abbiamo l'obbligo di lavorare ogni giorno per poi considerare la classifica". Una situazione che ha del comico ma che non ha influito sul buon andamento del match. Primo tempo ricco di occasioni, con Bruno Fernandes, in gran giornata, che si fa parare la conclusione a tu per tu con il portiere rumeno, dopo il bell'assist di Schick. La Fiorentina si fa più intraprendente e al 55′ Tello, uno dei più attivi tra i viola, colpisce il palo. A sorprendere alcune scelte iniziali con Kalinic in panchina e Bernardeschi titolare. Poi per coerenza quando i giocatori non si allenano durante la settimana hanno meno possibilità di entrare in partita.

Comments