Boom di insetti "alieni": rischio nuove allergie, ma nessuno si vaccina

Adjust Comment Print

Arrivano dall'Oriente le vespe aliene e aumentano i casi di allergie. Sbalzi di temperatura e passaggio da pioggia a sereno nell'arco di poche ore, da caldo a freddo idem, con le conseguenze per salute e umore che conosciamo; ma, secondo quanto ha reso noto trentesimo Congresso della Società Italiana di Allergologia, Asma e Immunologia Clinica (SIAAIC) c'è anche un'altra minaccia in campo con il clima folle, ovvero quella delle vespe "aliene", per le quali c'è rischio di punture ma anche di allergia al veleno. Il rischio di gravi reazioni è dunque reale, specie poi se ci si ritrova a dover fare i conti con insetti sconosciuti e di cui non si sa se si è allergici o sensibili. Inoltre durante la bella stagione circa 5 milioni di italiani vengono punti dagli imenotteri, 400mila individui sono allergici e in un caso su dieci si arriva allo shock anafilattico. Questa situazione è causa di un parallelo boom di pericolose allergie.

Con la colonizzazione di imenotteri stranieri, però, aumentano i rischi: non soltanto accresce la probabilità di essere punti (aumentando la popolazione di insetti), ma cresce anche il pericolo di sensibilizzazione a nuove specie velenifere che potrebbero anche dare reazioni crociate con le autoctone. Questo semplice gesto di prevenzione, infatti, è efficace nel proteggere il 97% degli allergici, ma ad oggi, sottolineano gli esperti, soltanto un paziente su 7 sceglie di usufruirne. Il vaccino è comunque il miglior modo di difendersi, soprattutto per i bambini che potrebbero subire le conseguenze peggiori.

I rischi di un veleno sconosciuto - Lenuove specie di vespe, assicurano gli allergologi, non sono più aggressive delle italiane ma rappresentano un rischio per la composizione del loro veleno.

Secondo gli esperti, i cambiamenti climatici e il graduale aumento delle temperature sarebbero anche la causa della diffusione di nuovi pollini.

California, sparatoria in una scuola elementare: "Molte vittime"
Aggiornamento 21.00 - 2 adulti morti - "Due adulti sono morti in classe, in quello che riteniamo un omicidio-suicidio ". L'assalitore, di cui non sono state fornite informazioni, non è ancora stato catturato.

"L'aumento di anidride carbonica favorirebbe una maggiore produzione di polline allergizzante".

La vespa velutina può raggiungere anche dimensioni di 50 mm.

Anche in questo caso, se si dovessero riscontrare delle reazioni allergiche è bene recarsi al più presto presso un pronto soccorso e in seguito da un allergologo per una terapia specifica.

Comments