G7 energia: Calenda, nessuna dichiarazione congiunta

Adjust Comment Print

L'effetto Donald Trump si vede sul G7 Energia, che si conclude senza una dichiarazione congiunta proprio per lo stop imposto dagli Stati Uniti, dove il colpo di spugna alle politiche dell'ex presidente Barak Obama risulta difficilmente compatibile con gli impegni dell'accordo di Parigi.

Nella giornata di ieri il Ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda aveva aperto i lavori illustrando i principali argomenti in discussione e approfondendo il tema della partnership energetica tra l'Unione Europea e l'Africa, oggetto di un side-event nel pomeriggio.

(Teleborsa) - Nessuna dichiarazione congiunta al termine del G7 Energia di Roma che è stato chiuso oggi dal ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda. Ci hanno provato ma non ci sono riusciti, nonostante trattative durate a lungo, prima e dopo il vertice di Roma, cercando una sintesi che potesse stare bene a tutti e 7 i Paesi del vertice. "Perciò abbiamo ritenuto di procedere con un report alla Presidenza che metta insieme la discussione, ma senza una dichiarazione conclusiva".

Atalanta-Sassuolo: 1-1. Pellegrini gol, errore di Caldara. KO Defrel
Le battute iniziali fanno pensare ad una gara a senso unico, con l'Atalanta ben disposta in campo e certamente più motivata. ATALANTA (3-5-2): Berisha; Masiello; Caldara; Toloi; Conti; Grassi; Freuler; Kurtic; Spinazzola, Gomez; Petagna .

Si è parlato anche di nuovi driver energetici e delle dinamiche dell'occupazione nella transizione energetica. "È stato un confronto molto costruttivo", rivela il ministro.

"Il ministro Calenda ci ha confermato che c'è la volontà di rispettare gli impegni presi alla Cop21 e che l'Italia farà la sua parte", spiega l'associazione in difesa dell'ambiente. Per gli altri Paesi - ha aggiunto Calenda - "restano obiettivi fermi e forti'". Ma il mancato accordo segnala comunque un passaggio importante in vista dei futuri appuntamenti sul clima. E questo include anche una revisione delle politiche relative al cambiamento climatico e agli accordi di Parigi.

"La miopia di Trump - viene denunciato - danneggia gli interessi globali e in particolare di chi abita le aree del pianeta più esposte ai cambiamenti climatici: milioni di donne, uomini e bambini costretti a fuggire in ragione delle sempre più imprevedibili e devastanti calamità naturali".

Comments