Corea del Nord, Trump: "Problema di cui ci occuperemo"

Adjust Comment Print

Il presidente cinese Xi Jinping aveva invocato l'allentamento delle tensioni nell'area.

Gli Stati Uniti stanno facendo una serie di mosse diplomatiche e militari per fermare Pyongyang dal condurre ulteriori test nucleari, perché Washington non ha intenzione di coesistere con una Pyongyang dotata di armi nucleari.

La Corea del Nord potrebbe essere in grado di armare i propri missili con il gas sarin. "Stiamo inviando una flotta, molto potente, ha sottolineato Trump, abbiamo sottomarini molto potenti".

Verso Juventus - Barcellona: Difesa impenetrabile contro un tridente da sogno
Il tecnico dei blaugrana si affiderà, probabilmente, al modulo 4-3-3 (anche se non è escluso il ricorso al 3-4-3). A centrocampo agiranno Rakitic , Iniesta e Mascherano (che da anni gioca nel ruolo di difensore centrale).

A Seul i militari smorzano gli allarmismi di 38 North non avendo rilevato attività "inconsuete", ha spiegato il colonnello Roh Jae-cheon, portavoce del Comando di Stato maggiore, citato dalla Yonhap. "Non è vero che cerca guai" ma è "pronta ad andare in guerra se gli Stati Uniti lo vorranno". E, se servisse, c'è anche la madre di tutte le bombe. Stavolta, per la prima volta non si ha questa impressione.

Sembra profilarsi all'orizzonte un nuovo caso Bin Laden, il fondatore di AL QAEDA che venne sostenuto e finanziato dai servizi segreti americani al tempo dell'intervento sovietico in Afghanistan per combattere i Russi, e non sembra che il regime dei talebani che prese il posto del governo filosovietico all'epoca al potere a Kabul, si sia dimostrato preferibile, tutt'altro.

La Cina sostiene che la soluzione della questione nucleare nordcoreana vada inserita nel quadro del Consiglio di sicurezza dell'Onu e a colloqui a sei. La Cina si è preoccupata molto di questo. Un evento che - stando a recenti rilevamenti satellitari - verrà presumibilmente festeggiato con una maestosa parata militare presso il Mirim Airport di Pyongyang, in un meno provocatorio sfoggio di muscoli. Pensa che i cristiani la vivranno in maniera un po' diversa quest'anno? Sì, potrebbe convocarlo e Kim non si tirerebbe indietro, anche lui costretto a sentire cantare la simpatica nipote di Donald, Arabella, al pari del presidente cinese e consorte irrigiditi sui tacchi, storditi dalla first baby che non la finiva più e dal rumore dei missili dei cacciatorpedinieri americani che intanto distruggevano gli aerei siriani. Proprio il mese scorso c'erano state le grandi esercitazioni belliche. "Non è la Repubblica popolare democratica di Corea ma gli Usa e Trump che creano guai". La Nord Corea ha sempre detto: "Se voi li smettete, io smetto i miei programmi missilistici e atomici". Ad aumentare l'incertezza ci sono le indicazioni riportate dai media internazionali, a Pyongyang per coprire il ciclo di festeggiamenti, sulle indicazioni avute da funzionari nordcoreani di prepararsi a un "evento grande e importante". Anzi, dopo il bombardamento siriano, la RDPC si è detta ancora più convinta della necessità di difendersi dai "metodi bellici unilaterali" di Trump.

Comments