Povertà, reddito di inclusione per 2 milioni di persone

Adjust Comment Print

Il reddito di inclusione sostituirà il Sia (Sostegno per l'inclusione attiva) una misura nazionale di contrasto alla povertà che prevede l'erogazione di un beneficio economico, condizionato all'adesione a un progetto di attivazione sociale e lavorativa. Il Memorandum costituisce un momento di condivisione del percorso intrapreso dal governo nella lotta alla povertà con l'introduzione di una misura strutturale. Il Governo ha previsto per quest'anno la copertura di 2 miliardi di euro che - secondo le proiezioni de La Repubblica - basteranno a sostenere 400mila nuclei, più o meno un terzo del totale, anche se l'intento è quello di allargare la platea dei beneficiari nel corso degli anni.

Il Memorandum è il risultato di una lunga interlocuzione fra il Governo e l'Alleanza contro la Povertà (già all'approvazione della delega il portavoce Roberto Rossini aveva parlato di un "risultato storico") e rappresenta un'assoluta novità sulla scenda delle politiche sociali italiane: dei memorandum sono stati firmati più volte fra Governo e sindacati sul fronte pensioni, ma mai prima il Governo italiano ha stato siglato un memorandum - cioè un accordo nel quale assume precisi impegni rispetto agli interventi da realizzare - in tema di politiche sociali, con un soggetto di rappresentanza sociale. Dall'importo così calcolato vengono comunque sottratte le somme percepite dalle altre misure assistenziali percepite dal nucleo familiare, ad eccezione dell'indennità di accompagnamento.

L'innovazione di questa misura di sostegno è che la condizione di bisogno non va identificata solo nel reddito.

Fast & Furious 8: Vin Diesel parla della sua faida con Dwayne Johnson
Non penso fosse sua intenzione, e so che apprezza quanto io lavori in questo franchise. Che esordio per Fast & Furious 8 ( The Fate of the Furious ) al box office italiano.

SUPPORTO AI TERRITORI - Nel decreto legislativo sarà prevista una struttura nazionale permanente di affiancamento alle amministrazioni territoriali per garantire una applicazione uniforme del Reis. "Questa sala - ha detto il premier - ci dice che governo e Alleanza contro la povertà, un arcipelago molto vasto di forze sociali e sindacali, sono insieme per un impegno rilevante e si ripromettono di lavorare insieme".

I soggetti che si occuperanno della gestione del reddito di inclusione sono a livello centrale, il ministero del welfare e l'Inps, le regioni con un ruolo di raccordo tra centro e periferia, a livello territoriale, i comuni che possono essere riuniti in consorzi, il terzo settore, i centri per l'impiego, i distretti sanitari, gli istituti scolastici e gli istituti regionali di formazione.

Sono 4 milioni 597mila le persone povere in Italia, pari al 6,1% delle famiglie. Ancora grave la condizione degli individui che vivono in coppie con tre o più figli. A crescere sono soprattutto coloro che si dichiarano "abbastanza soddisfatti".

Comments