Corea del Nord: prove di forza

Adjust Comment Print

Secondo quanto riportato dalla stampa locale, nella giornata di domani, 15 Aprile, l'esercito del paese potrebbe effettuare un nuovo test nucleare. In Corea del Sud - sempre sospettosa delle intenzioni di Tokyo - molti ritengono che il governo Abe utilizzi Pyongyang per dare fondamento a un piano strategico a medio termine finalizzato ad acquisire in proprio capacità di "first strike" nella penisola coreana. Si mantiene alta la tensione fra Corea del Nord e Stati Uniti d'America, dopo che questi ultimi hanno spiegato navi militari vicino alle sue coste.

La Corea del Nord ha avviato la grande parata a Pyongyang per celebrare il 105/mo compleanno del suo padre fondatore Kim Il-sung e la leadership del dittatore di terza generazione Kim Jong-un.

Ogni genere di armamento è stato fatto sfilare per il giorno del Sole sotto la tribuna dove il leader supremo applaudiva e rideva convinto, seguito all'unisono dalla folla assiepata ai lati della piazza dove transitavano reparti militari e armi varie. "Risponderemo a una guerra totale con una guerra totale, e a una guerra nucleare con il nostro stile di un attacco nucleare": così Choe Ryong-hae, secondo alcuni analisti il secondo più potente ufficiale della Corea del Nord, ha detto che il Paese è pronto ad affrontare qualsiasi minaccia posta dagli Stati Uniti.

Primo derby della Madonnina tutto cinese: che spettacolo
MILAN - Donnarumma; Calabria , Zapata , Romagnoli , De Sciglio; Kucka , Sosa , Mati Fernandez; Suso , Bacca , Deulofeu . Clicca qui per la coreografia dell'Inter; clicca qui per la coreografia del Milan .

Anche le altre potenze sono preoccupate per una situazione molto grave e pericolosa, come ha sottolineato anche il ministro degli Esteri cinese Wang Yi, secondo il quale un conflitto in Corea del Nord puo' scoppiare "in qualsiasi momento", e, ha assicurato, "non ci saranno vincitori". Nel caso del primo missile però non è chiaro se si tratti di un missile vero (in grado di raggiungere anche gli USA) o di un bluff per alimentare le tensioni.

Peskov ha quindi ricordato che la Russia "ha avuto una posizione coerente sul dossier della non proliferazione e continua a mantenerla, restando una sostenitrice dei mezzi politici e diplomatici per la soluzione di tutte le crisi, inclusa quella nordcoreana". Lo rende noto la tv cinese Cctv.

Comments