Spiragli per Del Grande, oggi è previsto l'incontro col console

Adjust Comment Print

A parlare è il senatore Luigi Manconi, presidente della Commissione per la tutela dei diritti umani. l colloquio si è svolto nel centro di detenzione amministrativa di Mugla, sulla costa egea della Turchia, dove il giornalista toscano è trattenuto. "Non c'è nessun impedimento giuridico al rimpatrio, è un provvedimento punitivo", ha detto all'ANSA l'avvocato turco di Gabriele Del Grande, Taner Kilic dopo l'incontrato. Sono state giornate convulse, fatte di appelli, minacce e annunci rivelatisi falsi, ma ora la sua famiglia ha avuto la migliore delle rassicurazioni (possibili): Gabriele, martedì pomeriggio, ha potuto chiamare Alexandra, sua moglie e madre dei suoi figli, dopo nove giorni di assenza assoluta. Ci risulta stia bene e che stia facendo uno sciopero della fame nutrendosi solo di liquidi. Ha comunque l'assistenza di un medico che io ho chiesto e ottenuto dalle autorità turche'. Da 9 giorni, quando è stato trasferito a Mugla, Gabriele viene tenuto in isolamento, ha raccontato l'avvocato.

La mobilitazione per Gabriele ha scosso tutta Italia, e la Farnesina si è impegnata per far sì che la delegazione italiana potesse incontrare il prima possibile Del Grande, in sciopero della fame da due giorni. La sua detenzione è del tutto illegale. "Abbiamo chiesto di vedere il suo dossier - ha aggiunto - ci è stato negato". Uno striscione è stato appeso anche sulla facciata del Comune di Capannori: "Un giovane giornalista lucchese, Gabriele Del Grande - ricorda il sindaco Luca Menesini -, autore di lavori importanti e scomodi perché di denuncia, è stato trattenuto in Turchia ed è lì da oltre una settimana".

Il ministro degli Esteri, Angelino Alfano, a proposito dell'incontro della delegazione consolare italiana con Gabriele del Grande, in Turchia, ha dichiarato: 'L'incontro di Gabriele del Grande con il console e l'avvocato ha già avuto luogo.

Paola Barale su Raz Degan: "Vi piace solo perché non lo conoscete"
Una volta tornata a casa Dayane ha chiuso i rapporti con Bettarini che, probabilmente, deve essersi scottato e non poco. Tema principale i rapporti conflittuali tra il vincitore, Raz Degan, e gli altri naufraghi.

"La situazione è allarmante - afferma Menesini nella sua lettera ai sindaci - e deve farci riflettere su diritti che noi ormai consideriamo come assodati ma che non lo sono, evidentemente, nel Paese dove Del Grande è detenuto".

Nelle scorse ore è intervenuta anche l'Alto rappresentante di Bruxelles per la politica estera, Federica Mogherini: "Ci siamo coordinati con le autorità italiane fin dal primo momento, come facciamo in casi simili in cui la responsabilità principale è dello stato membro". "Questo sta già accadendo in modo discreto ma spero produttivo". Se serve sono pronto ad andare a Roma e anche in Turchia, Gabriele non lo lascio solo. "È in sciopero della fame - ha confermato -". È chiuso in una cella, ogni giorno viene interrogato e gli è impedito di parlare con l'esterno. "Questo ci sembra un fatto abbastanza grave".

Comments