Allegri meglio di Conte: ha dato alla Juve una dimensione europea

Adjust Comment Print

Il giorno dopo lo 0-0 del Camp Nou, il 3-0 complessivo nei 180 minuti e il passaggio alle semifinali il paragone non pare azzardato. Questo è un episodio che impaurisce un po' la Juve e da quel momento la squadra di Allegri pressa meno e si abbassa di più, esponendosi agli sterili attacchi del Barcellona e risultando brava a non far giocare Messi e Iniesta: i due calciatori più pericolosi del Barcellona toccano pochi palloni e di conseguenza limitano molto la manovra della loro squadra, con i loro compagni che ne risentono.

E così, adesso, gli antisportivi italiani - quelli che non sanno neanche cosa significhi tifare davvero - si troveranno a dover cercare un'altra squadra del cuore da supportare, anche se momentaneamente, nella speranza che possa eliminare i bianconeri.

La partita di ieri di Champions League ha mostrato una grande esperienza della Juventus impegnata nell'arduo compito di mantenere il vantaggio guadagnato nella partita dello Juventus Stadium cercando di non rendere la partita un tiro a segno per i giocatori catalani scesi in campo con l'unico obiettivo di recuperare le reti di svantaggio e superare il turno. Si tratta, insomma, di pura invidia e gelosia. "Non saprei scegliere il prossimo avversario: ormai siamo le 4 più forti d'Europa". Un po' di onestà intellettuale non è vergogna.

Tragedia alla Targa Florio: due morti
Il Messina racing team partecipa ai vari appuntamenti del campionato italiano rally (fonte: Live Sicilia ). Il Commissario era in posizione sicura, a due metri dalla strada in un tratto rettilineo.

"Li avete fatti piangere" questo il titolo della prima pagina del Corriere dello sport che esalta la prestazione della Juventus e la scelta tattica del Mr, in prima pagina la foto di uno sconsolato Neymar che piange di fronte a questa eliminazione. I monegaschi hanno vinto anche il match di ritorno contro il Borussia Dortmund: 3-1 a Montecarlo dopo il 3-2 centrato in terra di Germania, ovvero la famosa partita rinviata per l'attentato al pullman del Borussia e di cui non sappiamo ancora niente causa indagini tedesche confuse.

La difesa organizzata dei bianconeri, guidati da Massimiliano Allegri, ha però avuto la meglio sul super attacco catalano. "Sono abituati ai fischi, anche quando si qualificano". Una grande squadra. Una grande vittoria. Quest'anno, l'ultimo di Luis Enrique, vede il Barca in finale di Coppa del Re con l'Alaves ma, quando hai un nome cosi importante e una storia cosi importante, la Champions conta più di ogni altra cosa.

Comments