Corea del Nord, partite di pallavolo nel sito dei test nucleari

Adjust Comment Print

In passato la Corea del Nord ha usato l'arresto di americani per ottenere visite di alto profilo da parte degli Stati Uniti, con cui non ha relazioni diplomatiche formali. Il monito in un documento pubblicato ieri sul Rodong Sinmun, il quotidiano ufficiale del Partito dei Lavoratori, in cui Pyongyang afferma che Washington vuole "infliggere sulla nazione coreana un orribile disastro senza precedenti".

Le tensioni sulla penisola coreana sono alle stelle per il possibile attacco preventivo di Washington contro la Corea del Nord; Pyongyang ha dichiarato che è pronta alla guerra se gli Usa tenteranno un'azione militare. Le immagini hanno provocato stupore, visto che i rapporti tra la Corea del Nord e gli Stati Uniti e i suoi alleati sono molto tesi da diverse settimane. Puntuale arriva una gravissima minaccia agli Stati Uniti: "La Dprk non rimarrà spettatrice passiva delle mosse Usa per provocare una guerra biochimica, ma concluderà il conflitto con gli Usa, l'impero del male, spazzandolo via dalla faccia della terra".

Come risposta alla crescente minaccia nucleare proveniente dalla Corea del Nord nell'Oceano Pacifico occidentale è in corso un'esercitazione congiunta della Marina Giapponese e quella statunitense.

Raz Degan disperato per Paola Barale
L'amore non bisogna implorarlo e nemmeno esigerlo. "Allora non sarà trascinato, ma trascinerà". Nei giorni scorsi è stata diffusa la notizia di un misterioso corteggiatore della "bionda".

Per dimostrare la sua forza militare la Nord Corea si dice pronta ad affondare la portaerei Usa Carl Vinson. Fonti militari americane hanno infatti riferito questa mattina alla Cnn che l'aeronautica militare della Cina avrebbe messo i caccia in stato di "massimo allarme".

Secondo quanto reso noto dall'agenzia, si tratterebbe di un ex professore della cinese Yanbian University of Science and Technology (Yust), che ha una sede anche a Pyongyang. L'uomo, un coreano-americano di circa 50 anni, è stato identificato soltanto con il cognome Kim e, sempre secondo Yonhap, era in Corea del Nord da un mese per discutere di attività di assistenza. Ciò che tiene effettivamente banco è il timore che la Corea del Nord possa attaccare con i tanto discussi Icbm (missili balistici intercontinentali capaci di radere al suolo San Francisco e Los Angeles), i vicini della Corea del Sud, allargandosi poi al Giappone.

Comments