Genova, incendio e crollo palazzina. Gravi genitori e bimbo

Adjust Comment Print

E' stata dichiarata la morte celebrale per il bambino di 6 anni lanciato nella notte tra venerdì e sabato dalla finestra dai suoi genitori a seguito del propagarsi delle fiamme nel loro appartamento a casella in provincia di Genova. Fraietta, ricoverato all'ospedale Galliera di Genova, è stato trasferito in sala di rianimazione e dopo essere stato sottoposto a un intervento chirurgico al bacino è stato nuovamente riportato nelle sale operatorie per complicazioni cardiovascolari alle gambe e alla schiena. La donna ha concesso il benestare dal letto dell'ospedale Villa Scassi di Sampierdarena, nonostante lo stato di choc.

"Alla casa mancava un'adeguata manutenzione e al proprietario era stato chiesto più volte di intervenire ma inutilmente". La donna, pochi minuti prima della tragedia, aveva avuto il tempo di effettuare una telefonata ai Vigili del fuoco. Per il sindaco Francesco CollosSetti "l'incendio è stato spaventoso".

Dalla Procura di Genova è stata aperta anche un'inchiesta per incendio, lesioni e omicidio colposo a carico di ignoti. La mamma, che è caduta mentre provava a calarsi con le corde dei panni, invece stava un po' meglio. Per tentare di salvare la vita al proprio figlio, papà Alessio lo ha lanciato dalla finestra.

Champions League: doppio Dybala, poi Chiellini . Juve - Barcellona 3-0
Nel finale i Blaugrana provano a segnare almeno la rete della bandiera mala difesa della Juventus non rischia nulla. Questa volta più che paura hanno suscitato ammirazione per il totale controllo della partita.

La famiglia è restata prigioniera delle fiamme divampate in piena notte nella propria casa al secondo piano. I pompieri e le ambulanze non erano ancora arrivati. Questo però senza fermare l'operazione di espianto degli organi del bimbo autorizzata dalla madre. Un volo di sette metri che si è rivelato fatale.

"Il padre ci ha prima lanciato da una finestra delle coperte da usare come telo".

Comments