Allegri: "Monaco? La Juventus non sottovaluta nessuno"

Adjust Comment Print

"Questa squadra ha ancora margini di miglioramento, adesso - ha aggiunto - dobbiamo gustarci questo passaggio del turno ma senza cullarsi troppo e pensare alla prossima sfida di domenica che sarà molto importante per dare uno strappo al campionato. La società ha portato giocatori di grande qualità e io ho cercato di sistemarli". In questo momento, però, la priorità è finire al meglio la stagione. Grande entusiasmo, la squadra è cresciuta?

Pur considerando l'eccellente cammino fino ad ora e la solida prestazione realizzata dal Monaco nei quarti di finale, è inutile nasconderlo: l'urna di Nyon è stata decisamente benevola con la Juventus.

Vaticano: "In Egitto il Papa non userà un'auto blindata"
Il direttore della Sala Stampa vaticana ha aggiunto: "La sicurezza è un problema anche qui, come lo è anche in Inghilterra, in Francia o negli Stati Uniti".

EURO JUVE - Dopo aver studiato alla scuola Milan, dove la Champions è tutto, Allegri si è dato il compito di rendere più internazionale la Juve, un club per il quale, storicamente, il primo obiettivo stagionale è quello di vincere in Italia, a volte anche a discapito dell'Europa (vi ricordate le scelte di formazione di Conte col Sassuolo, a tre giorni dal ritorno col Benfica in Europa League?).

Ma quest'ultima ha dimostrato di saper perdere con stile. Alla remuntada ci credevo? Il Barcellona ha fatto la sua partita e ci ha fatto soffrire il giusto. Un grande onore. Juventus possibile finalista? Dopo la bella affermazione contro il Barcellona, il rischio di specchiarsi eccessivamente è un elemento concreto che può disturbare la parte più decisiva del viaggio verso la "Coppa dalle Grandi Orecchie". Sbagliato a dire che andrò via?

Comments