Si impicca con la figlia di 11 mesi in diretta su Facebook

Adjust Comment Print

Insomma, ieri molte persone hanno potuto assistere a un omicidio-suicidio in diretta grazie a Facebook Live. La donna ha dichiarato agli inquirenti di essersi spaventata moltissimo e di aver compiuto lo sbaglio di lasciare la figlioletta Beta con lui: "Quando sono rientrata di pomeriggio entrambi erano spariti, allora ho chiamato Wuttisan per dirgli di tornare a casa, ma senza mai riuscire ad entrare in contatto con lui". Secondo la ricostruzione dei media thailandesi, i due coniugi avevano avuto una lite la notte precedente, a causa della gelosia dell'uomo. Wuttisan pensava che la fidanzata avesse altri uomini e ha deciso di vendicarsi privandola della cosa che per lei era più importante: "l'amore di sua figlia". "Temeva che la moglie lo lasciasse e non lo amasse più". "Ho lasciato Beta con lui, e quando sono tornata nel pomeriggio loro non c'erano più". Un'emittente televisiva l'ha addirittura rilanciato, sfocando il volto della bambina, ma facendo sentire il pianto. "E' un incidente spaventoso - ha dichiarato un portavoce di Facebook - ed i nostri pensieri vanno alla famiglia della giovane vittima".

Ucciso con una coltellata al petto davanti alla sua abitazione
Sul posto si è recato il pm di turno, Luca Olivotto, assieme al medico legale, Lorenzo Desinan, 118 e Vigili del Fuoco. Il corpo senza vita è stato scoperto questa mattina da uno dei coinquilini dell'uomo, che ha chiamato i soccorsi.

Non è la prima volta che la funzione "live" di Facebook viene utilizzata per atti di violenza. Solo pochi giorni fa, a Chicago, un uomo aveva sparato a un passante di 74 anni - uccidendolo - in diretta, scatenando poi una caccia all'uomo della polizia. Ancora una volta, il social network di Menlo Park si rende strumento per la diffusione di immagini e scene raccapriccianti. L'ultimo caso prima di quello odierno, anche in quel caso un'impiccagione, risale allo scorso ottobre.

Comments