Koulibaly: "Obiettivo secondo posto, vogliamo vincerle tutte. Speriamo di vincere presto"

Adjust Comment Print

Un'Inter alla ricerca di una vittoria che manca da più di un mese, la prossima domenica, ospiterà a San Siro il Napoli di Maurizio Sarri, nuovamente allontanatosi dal secondo posto dopo il passo falso di Sassuolo. Il difensore azzurro, ospite ai microfoni di 'Radio Kiss Kiss', ha parlato del proprio futuro. Quindi sulla partita contro l'Inter: "Sarà difficile, l'Inter è una squadra forte, pericolosa e contro di noi ha sempre fatto bene".

Koulibaly carica i suoi compagni per questo rush finale: "Vogliamo vincere tutte e cinque le partite, chi non crede nel secondo posto non sta nel nostro spogliatoio, è importante avere fiducia in noi, è un obiettivo importante per noi e la città". "E' un giocatore importante ma non è l'unico pericolo che ci riserverà l'Inter: dovremo essere pronti in ogni momento della partita". Ma pare certo che De Laurentiis, anche dovesse cedere il giocatore, non lo farebbe in Italia.

Le mani della 'ndrangheta sulla movida reggina, presi i 'rampolli' dei clan
Secondo gli inquirenti gli indagati apparterrebbero alle cosche Condello di Archi e Stillitano di Vito. L'inchiesta avrebbe comunque consentito di far luce su uno scenario ben piu' vasto.

"Si, vogliamo vincere tutte le partite".

Capitolo scudetto ed il lavoro con Sarri: "A Napoli sono molto felice, e anche la mia famiglia lo è". Non tutte le squadre possono vantare la cornice di pubblico che abbiamo visto contro il Sassuolo. Speriamo di poter vincere a breve qualche trofeo di prestigio per la città e per i tifosi, che aspettano da tanti anni delle soddisfazioni e meriterebbero di ricevere finalmente un regalo. Ogni giorno imparo qualcosa di nuovo e, in generale, mi trovo davvero bene qui: "giocare con questa squadra è un sogno". "È vero che abbiamo parlato di Napoli, com'è la città e tutto, ma sono domande che si fanno da giocatore a giocatore". "Purtroppo abbiamo subìto più gol della stagione passata - ammette Koulibaly - e ci dispiace perché è così che abbiamo perso terreno in classifica". Mio figlio viene spesso allo stadio, vederlo esultare per il Napoli mi fa tanto piacere.

Comments