Giro d'Italia, giornata di riposo: buon pomeriggio da Cefalù

Adjust Comment Print

Arrivati al chilometro 90, esattamente a metà frazione, inizierà la discesa di 25 chilometri che porterà fino al traguardo volante di Bronte, situato al chilometro 124.

FINALE SULL'ETNA Infine, il Giro approderà alle pendici dell'Etna (anch'esso già comparso tre volte nella corsa, sempre come arrivo: nel 1967, 1989 e 2011), in una marcia di avvicinamento alla salita decisiva fatta di borghi suggestivi e pieni di difficoltà, almeno fino all'arrivo a Nicolosi (sede del Parco dell'Etna), dove inizierà la salita finale. Da segnalare che nel finale di corsa sono presenti attraversamenti cittadini con carreggiata ristretta e spesso su lastricato/basolato. Una salita con pendenza media del 6,4% e punte del 12%. All'arrivo una lievissima contropendenza ai 500 metri precede la retta finale di 200 metri (salita al 3 per cento) al termine della quale è posto il traguardo. Fernando Gaviria ha vinto la sua prima tappa al Giro dopo la sorpresa Lukas Pöstleberger ad Olbia, vincitore al debutto in un grande giro, e la prima Maglia Rosa di André Greipel, sabato a Tortolì. Tutti appaiati all'arrivo i big della corsa. È il Giro d'Italia delle prime volte. A trionfare, infatti, dopo la formazione di un ventaglio, è stato il colombiano Fernando Gaviria, ma la Betto ha azzeccato l'ottimo posizionamento dello sprinter australiano.

Auto fuori strada, 4 morti e un ferito
Mentre la moglie del guidatore la signora di 48 anni, è ricoverata all'ospedale "Bonomo" in gravissime condizioni. Sul posto sono intervenuti, oltre a personale del 118, gliagenti della Polizia stradale e i vigili del fuoco.

In un momento non certo esaltante per lo sport siciliano, calcistico in primis, l'evento ciclistico in 'rosa' che torna sul vulcano più alto d'Europa ha rappresentato un sana boccata d'ossigeno. Vincere una tappa al Giro, davanti alla mia famiglia mi ha reso veramente felice. Il viaggio dei corridori è iniziato dall'aeroporto di Cagliari subito dopo la conclusione della terza tappa; quello del personale delle squadre e dei mezzi della carovana è durato, in nave, tutta la notte. Fuga poco dopo la partenza con protagonisti Eugert Zhupa (Wilier Selle Italia), Ian Tratnik (Sprandi), Ivan Rovny (Gazprom Rusvelo) e Kristian Sbaragli (Dimension Data), destinato però ad abbandonare presto la compagnia. Diretta Live sul sito ufficiale a questo link.

Comments