Conte re d'Inghilterra, il Chelsea vince e diventa campione

Adjust Comment Print

Decisiva la rete dell'attaccante belga Michy Batshuayi, entrato nella ripresa. Un trionfo forse inaspettato in estate ma strameritato per i londinesi, che si sono dimostrati i più forti e i più continui nell'arco di tutta la stagione. Quest'anno, le 'Foxes' non sono riuscite a replicare il cammino trionfale della stagione passata. Posticipando l'aritmetica certezza del titolo del Chelsea. Campionato dominato e vinto con due turni d'anticipo. Stregato dalla sua verve, il magnate russo è riuscito a strapparlo alla Nazionale italiana, impegnata in estate all'Europeo in Francia. Non altro. Presumo che anche a Londra siano saltati appuntamenti e nervi a dentisti e affini. Perderebbe un bel po' di tifosi, proprio quelli della Juve che lo hanno acclamato, salvo poi perderlo all'improvviso.

Il Chelsea è campione d'Inghilterra, adesso è matematicamente ufficiale. E pensare che era persino sorpreso di dover entrare in campo, tanto da girarsi verso Kante, al momento della chiamata, e dire "Guarda che il mister ce l'ha con te". "Per il momento siamo una grande squadra solo sulla carta", aveva tuonato dopo la débâcle contro i Gunners. Non contento, è emigrato all'estero, in Inghilterra, andando a prendersi un Chelsea che - toh, che coincidenza - arrivava da una stagione grigia, e da decimo posto, che non l'aveva qualificato neanche per l'Europa.

Giro d'Italia: Lo spagnolo Izagirre primo a Peschici, secondo l'italiano Visconti
La fuga partita 60 chilometri dal via ha caratterizzato tutta questa frazione, con 16 corridori che hanno preso il largo. FINALE IMPREVEDIBILE Ai 9 km dal traguardo è partito dal gruppo Mikel Landa ( Team Sky ), provando un attacco sorpresa.

Momenti difficili non soltanto legati ai risultati. Conte vince così, con i suoi insospettabili uomini scudetto. Una scelta di carattere quella del tecnico, forte di una fiducia smisurata da parte della dirigenza e dell'ambiente. L'entusiasmo dei giocatori è palpabile, Gary Cahill spiega: "Queste sono opportunità che si vogliono cogliere". Anche allora i bianconeri erano reduci da stagioni deludenti. Come dimenticare, infine, il prolungamento del contratto del capitano John Terry in estate?

Courtois: "È la dimostrazione che tutti hanno dato una mano, abbiamo lottato duro per tutta la stagione". Piccoli dettagli che la dicono lunga sull'impresa del tecnico leccese, che regala il sesto titolo al Chelsea con la possibilità di centrare il "double" vista la finale da giocare il 27 maggio contro l'Arsenal. Se Conte ci lascerà festeggiare?

Comments