Consip, telefonata di Renzi al padre: non dire bugie

Adjust Comment Print

E ancora, sempre sulla pagina odierna del Fatto Quotidiano, si legge: "Devi dire nomi e cognomi ai magistrati".

Renzi figlio non lesina anche consigli sulla strategia difensiva da seguire: "Non puoi dire bugie o non mi ricordo e devi ricordarti che non è un gioco".

Repubblica è già uscita con un'intervista a Mazzei dal titolo "Il teste e la cena nella bettola: 'Il manager parlò di strategie con il padre di Matteo'", in cui il testimone racconta di incontri tra Alfredo Romeo e Tiziano Renzi. Ma proprio in relazione a Romeo, nella telefonata Matteo Renzi chiede insistentemente al padre se questo incontro ci sia stato oppure no. "Devi dire se hai incontrato Romeo una o più volte e riferire tutto quello che vi siete detti". In un altro passaggio, Tiziano fa riferimento a un ricevimento al 'Four Season' con una serie di imprenditori in cui si reco' insieme alla moglie Laura Bovoli. "Non me lo ricordo" e "Matteo ascolta: io non ho mai incontrato Romeo".

"Mio padre non ha mai visto un tribunale fintantoché suo figlio è diventato premier". "Non ti credo", gli risponde il figlio.

Al centro dell'intercettazione tra Matteo Renzi e il padre Tiziano c'è il presunto incontro tra il babbo del segretario del Partito Democratico e Alfredo Romeo, l'imprenditore napoletano arrestato dopo lo scoppio del caso Consip. "Da uomo delle istituzioni, però, non potevo fare diversamente", scrive Matteo Renzi.

Tiziano Renzi, spiega il segretario del Pd, "ha conosciuto la giustizia solo dopo che io sono arrivato a Palazzo Chigi". "La pubblicazione delle intercettazioni è l'ennesima dimostrazione di rapporti particolari tra alcune procure e alcune redazioni", aggiunge. Lo stesso ex premier ha poi pubblicato la sua versione dei fatti su Facebook parlando di gogna mediatica: "Queste intercettazioni ribadiscono la mia serietà". Conversazione contenuta nel libro "Di padre in figlio", scritto dal giornalista Marco Lillo.

FCA: calano le vendite in Ue ad aprile
A crescere lo scorso mese e' stato solo il mercato spagnolo delle auto (+1,1%). Exploit per Alfa Romeo Giulia, Panda e 500 .

Le interettazioni sono registrate il giorno della pubblicazione di un retroscena su Repubblica in cui si parlava di una cena, riferita da un esponente del pd di Napoli, tra Tiziano Renzi e Alfred Romeo. Anzi: ad altri è andata peggio.

"Sono venti anni - ha concluso - che in Italia c'è il malcostume di pubblicare intercettazioni irrilevanti, riflettano i giornalisti sul loro codice deontologico".

Il colloquio in questione si è svolto il 2 marzo 2017, il giorno prima che Tiziano Renzi venisse interrogato dai giudici della Procura di Roma che stanno indagando sul secondo filone relativo al caso Consip.

Il padre di Renzi, sempre secondo quanto rivela il Fatto, tentenna.

Matteo Renzi, pur sapendo della possibilità di essere intercettato viste le indagini sul padre, va su tutte le furie e lo chiama al telefono.

Comments