Giro d'Italia, Quintana re sul Blockhaus, Nibali staccato

Adjust Comment Print

Poi non c'è stato più nulla da fare: troppo forte l'atleta della Movistar, che ha continuato a spingere senza problemi fino all'arrivo. "La gara si spezzetta, con la testa che ha un vantaggio di 35" sul secondo gruppetto di inseguitori.

Sono loro che riescono a trasformare la sofferenza in estasi. Una vera e propria cartolina d'Abruzzo, col gruppo che ha attraversato San Salvo marina, Vasto, Casalbordino, Torino di Sangro, Fossacesia marina, San Vito Chietino, Ortona, Francavilla al mare, Chieti, Manoppello, Lettomanoppello, Scafa, per poi arrampirarsi verso San Valentino in Abruzzo citeriore, Roccamorice e fino al Blockhaus. A meno 8 chilometri dall'arrivo, salta anche la maglia rosa di Jungels.

Bus contro palo a Villa Borghese: due feriti. Alla guida la Quintavalle
Il medico anche se aziendale ha sottoscritto il giuramento di ippocrate ed accertera le mie perfette condizioni di salute. Speriamo le videocamere di sorveglianza presenti a Villa Borghese possa aiutare la Polizia Locale a rintracciarla.

Ai meno 7 Quintana tenta il primo scatto ma Nibali e Pinot rispondono presente. Landa risaliva in bici prima di Thomas ma pedalare per il basco è stato un calvario che l'ha condotto al traguardo con quasi mezzora di ritardo. A poco più di 5 chilometri Quintana riparte. Danza sui pedali, vede la maglia rosa, dà una botta tremenda al Giro. "Vincenzo Nibali arriva con un minuto esatto di ritardo (1'10" in classifica generale) e limita i danni. "Se ho una strategia - ha tagliato corto Nibali sorridendo - non vado a rivelarla certo ai giornalisti". Il Blockhaus produce distacchi, verdetti e una nuova maglia rosa. Sono molto contento di avere guadagnato secondi. L'ascesa abruzzese ha fatto salire in cattedra i grandi protagonisti della centesima edizione del Giro d'Italia. "Nell'ultima settimana avremo grandi salite e finali temibili". Sono molto contento di avere guadagnato secondi. Siamo sempre stati rivali e lo rispetto molto, può attaccare in qualunque momento e vincere. Un corridore sbatte su una moto della Polizia Stradale accostata a sinistra e innesca una carambola. Lo Skyman nutriva ambizioni di successo a Milano e invece ha rimediato un distacco enorme, dopo essere finito sull'asfalto. Le pendenze non sono mai elevate, ma non vi sono più tratti di "respiro". "Game over", ha amaramente ammesso lo stesso Thomas all'arrivo, sanguinante e furioso.

Nairo Quintana autoritario, Vincenzo Nibali sofferente, Tom Dumoulin astuto e calcolatore, Geraint Thomas sfortunato e furioso: tanti gli spunti che offre la nona tappa del Giro 100, quella conclusa sul traguardo del Blockhaus.

Comments