Approvata la legge sul cyberbullismo. La Boldrini: "Dedicata a tutte le vittime"

Adjust Comment Print

Oggi possiamo dire di essere stati di parola": "così Elena Ferrara (Pd), prima firmataria della legge a tutela dei minori per la prevenzione e il contrasto al cyberbullismo, commenta l'approvazione definitiva dell'atteso provvedimento a tutela dei minori di questa mattina, mercoledì, alla Camera dei Deputi. Bullismo telematico è ogni forma di pressione, aggressione, molestia, ricatto, ingiuria, denigrazione, diffamazione, furto d'identità, alterazione, manipolazione, acquisizione o trattamento illecito di dati personali realizzata per via telematica in danno di minori. Se non si provvede entro 48 ore, si può ricorrere al Garante della privacy. Si prevede, inoltre, la designazione, in ogni istituto scolastico, di un docente con funzioni di referente per le iniziative contro il cyberbullismo che dovrà collaborare con le Forze di polizia, e con le associazioni e con i centri di aggregazione giovanile presenti sul territorio.

Come ha spiegato Palermo, la legge è rivolta soprattutto ai minori. Le scuole sono chiamate a elaborare interventi di prevenzione e informazione, con la promozione dell'uso consapevole di internet. "Questa legge è un primo passo necessario".

Per chi si occupa di questo fenomeno nelle scuole è molto difficile trovare punti di contatto, fiducia e dialogo con i ragazzi vittime di bullismo, si vergognano di raccontare ciò che subiscono, c'è omertà oppure, ancora più grave, raccontano di non aver nessun adulto a cui fare riferimento. Una delle poche leggi approvata all'unanimità. "Finalmente abbiamo imboccato la strada giusta". Il tavolo ha lo scopo di portare alla definizione, entro sessanta giorni dal suo insediamento, di un piano di azione integrato per il contrasto e la prevenzione del cyberbullismo, nel rispetto delle direttive europee in materia e e realizza un sistema di raccolta di dati finalizzato al monitoraggio dell'evoluzione dei fenomeni. Un male talmente crudele che spinsero la quattordicenne Carolina Picchio a buttarsi dalla finestra in un freddo gennaio del 2013 a Novara. Il contest, voluto dalla Consulta degli Studenti, è stato realizzato grazie alle idee di giovani che hanno creato disegni originali per ornare diverse panchine contro il bullismo.

Blue Whale, arrestato l'ideatore in Russia: "Non mi pento di nulla"
Questi sono costretti a portare a termine prove assurde e pericolosissime l'ultima delle quali porta inesorabilmente al suicidio . Ha inventato lui (forse non da solo) questo macabro gioco che ha portato al suicidio di centinaia di adolescenti in Russia .

Nel pomeriggio di oggi, a partire dalle 14.30, si terrà invece un incontro formativo sugli stessi argomenti dedicato agli insegnanti e genitori delle scuole di ogni ordine e grado della provincia di Savona che si svolgerà nella sala dell'Ordine degli Avvocati del Tribunale di Savona.

Per lo svolgimento di attività di formazione in ambito scolastico e territoriale è disposto l'ulteriore stanziamento di 203mila euro. Dalla definizione di gestore, che è il fornitore di contenuti su internet, sono comunque esclusi gli access provider, i cache provider e i motori di ricerca.

In caso di ingiuria, diffamazione, minaccia o trattamento illecito di dati personali via web, fino a quando non vi sia una querela o denuncia, il cyberbullo over 14 (sulla falsariga di quanto già è previsto per lo stalking) potrà essere formalmente ammonito dal questore, che lo inviterà a non ripetere gli atti vessatori. Dopo due anni di tira e molla fra Camera e Senato gli effetti del provvedimento vengono estesi anche ai maggiorenni. Insieme al minore sarà convocato anche un genitore.

Comments