Francia, metà donne nel nuovo governo Macron

Adjust Comment Print

Parigi, 17 mag. (askanews) - La formazione del primo governo del presidente francese Emmanuel Macron sarà svelata questo pomeriggio alle 15 dall'Eliseo, dove poco prima il capo di stato francese avrà avuto un pranzo con Donald Tusk, presidente del Consiglio europeo. L'attesa squadra dell'esecutivo che sarà guidato dal primo ministro Edouard Philippe è composta da 22 persone, tra cui 4 sottosegretari: 11 uomini e 11 donne. E dal partito di Bayrou, il MoDem, proviene anche la nuova ministra della Difesa, Sylvie Goulard, 52 anni. Con la sua nomina nel governo, Macron ha voluto segnare con con forza la dimensione europea dei temi legati alla Difesa.

Non a caso, fanno notare gli analisti, il presidente ha scelto un uomo dei Républicains per favorire "un'ampia maggioranza presidenziale, base fondamentale per l'azione del governo" e "marginalizzare le opposizioni dei vecchi partiti di governo", disegnando un ventaglio di sostegno che vada "dai progressisti del Ps fino al centrodestra".

Sul fronte estero, il capo di stato francese ha iniziato il suo mandato, come vuole una tradizione ormai consolidata, con una visita a Berlino presso la cancelliera tedesca Angela Merkel. Per 'coprirsi' a destra invece, Macron nominerà diversi ministri di area gollista: i nomi che circolano sono quelli di Jean-Baptiste Lemoyne, senatore Republicano, correlatore della 'Loi Travail' in Senato, uno dei primi parlamentari a dare il suo endorsement a Macron.

Collomb, 69 anni, è sindaco di Lione dal 2001 e membro del partito socialista (anche se è guardato con diffidenza dai vertici).

Ministro della Cultura: Francoise Nyssen. Parla perfettamente l'italiano, ma anche l'inglese e il tedesco. Ministro per il Lavoro diventa Murielle Pénicaud, finora direttrice dell'agenzia per l'internazionalizzazione dell'economia francese.

Bus contro palo a Villa Borghese: due feriti. Alla guida la Quintavalle
Il medico anche se aziendale ha sottoscritto il giuramento di ippocrate ed accertera le mie perfette condizioni di salute. Speriamo le videocamere di sorveglianza presenti a Villa Borghese possa aiutare la Polizia Locale a rintracciarla.

I centristi prendono due ministeri: François Bayrou ottiene come previsto il dicastero della Giustizia e Marielle de Sarnez gli Affari europei.

Ministro della Coesione dei Territori: Richard Ferrand.

Sottosegretario per la Parità tra donne e uomini: Marlène Schiappa. L'ambiente (Transizione ecologica) sarà affidato a Nicolas Hulot.

Ministro dell'Insegnamento superiore: Frédérique Vidal. Allo Sport va la campionessa olimpionica di scherma Laura Flessel, originaria di Guadalupe. Élisabeth Borne, un passato da importante funzionaria pubblica, sarà ministro per la Transizione ecologica incaricata dei trasporti.

Sophie Cluzel, sarà sottosegretario per le Disabilità, causa alla quale si dedica da tempo come attivista, con particolare attenzione per la scolarizzazione dei bambini con handicap.

Comments