Indy500 | Howard fa suo il Day-4, Alonso ancora quarto

Adjust Comment Print

"Ho imparato molto su come si guida quando correvo con i kart, ma la cosa piu' importante e' che ho imparato a conoscere me stesso: In realta', mi piace correre". In un testo di più di 1.500 battute, il due volte campione del mondo rivela quali sono i veri motivi che lo hanno spinto a partecipare alla 500 Miglia di Indianapolis, rinunciando al Gran Premio di Monaco di F1. Il migliore, in questa nuova giornata di prove, è stato il pilota inglese Jay Howard, sempre motorizzato Honda. Nelle prime prove il pilota spagnolo ha chiuso al 19esimo posto con il miglior tempo andato a Marco Andretti davanti a Scott Dixon. Non lontano, però, lo spagnolo della McLaren che è riuscito a far segnare un incoraggiante media di 219,533 km/h che gli ha permesso di scalare la classifica fino alla quarta posizione. Buono anche il numero di tornate percorse, sempre piuttosto alto nell'ottica di acquisire la massima esperienza possibile prima della partenza della Indy500: con ben 96 giri in cascina, Alonso è il quinto pilota più impegnato di giornata, alle spalle di Castroneves, Power, Hinchcliffe e Sato, nonché, con 272 giri percorsi, il secondo in assoluto dopo quattro giorni di free practice (meglio di lui soltanto JR Hildebrand). Nonostante le temperature alte, un forte vento ha iniziato a spirare nel finale della sessione di martedì per poi intensificarsi radicalmente il giorno successivo, consigliando gran parte dei partecipanti a rimanere fermi ai box.

Banca Etruria, Delrio ammette Chiesi del salvataggio, ma era mio dovere istituzionale
La ragion di Stato prevede, tra i suoi riti, pietose bugie, ma le pietose bugie non possono diventare l'essenza dello Stato. Delrio quindi aggiunge: "Ricordo tra l'altro che il governo in quei giorni stava preparando il decreto sulle popolari .

Anche oggi vi proporremo la sessione in streaming dalle 18 alle 24 italiane.

Comments