Omicidio-suicidio all'Arcella accoltella la madre e si butta dalle scale

Adjust Comment Print

Si è accanito sulla madre con oltre 20 coltellate, poi ha chiuso i conti con tutto buttandosi nella tromba delle scale del palazzo dove viveva, dal ballatoio al terzo piano.

Terribile episodio di omicidio suicidio nel primo pomeriggio di mercoledì nel centro di Padova.

Lecce, te la vedrai con la Sambenedettese: vince a Gubbio col brivido
NOTE: Giornata soleggiata con clima quasi estivo, temperatura di 23° circa, terreno di gioco in buone condizioni. Per i marchigiani c'è ora il doppio confronto con i giallorossi.

Una vita difficile, piena di sbandate, quella di Veaceslav, con le prime denunce già minorenne, nel 2011. Il giovane, pregiudicato, si trovava agli arresti domiciliari per furto.

Madre e figlio vivevano in un appartamento posto al secondo piano da circa tre anni. I carabinieri del nucleo investigativo di Padova stanno ricostruendo con accuratezza tutti gli elementi del mosaico di sangue e morte che ha impressionato i vicini di casa della coppia di stranieri. E come se non bastasse, il 23enne, con piccoli precedenti penali alle spalle, descritto dai residenti del quartiere come un tipo minaccioso, ha deciso di colpirsi a sua volta, al fianco ed alla gola, per poi salire sulla ringhiera del terzo piano e buttarsi di sotto. Nell'auto è stato ritrovato il coltello.

Comments