"Tutto può succedere 2" e Virginia Raffaele, Rai pigliatutto nella sfida Auditel

Adjust Comment Print

Circondata da una scenografia circense, Virginia ha giocato per tutta la sera a "Facciamo che io ero", il gioco che da il titolo al programma, che faceva da piccola insieme a sua nonna, e che fanno tutti i bambini quando vogliono diventare qualcun'altro e trasportarsi per un po' in un'altra realtà.

La conduttrice di CartaBianca su Rai3 è finita nel mirino di Virginia Raffaele che ne ha colto i tratti principali del carattere, dell'aspetto e del modo di intervistare i suoi ospiti estremizzandoli per far divertire il pubblico. C'è lo zampino della censura?

E anche un personaggio rischioso come Michela Murgia, scrittrice acclamata ma non certo notissima al grande pubblico, diventa godibile come una Sabrina Ferilli o una Donatella Versace, perché Virginia Raffaele non cerca il mero esercizio stilistico, il compitino fatto bene ma che poi non sfonda. La bravissima Virginia si è sbizzarrita a imitare diversi artisti di calibro come Fiorella Mannoia e la giornalista Bianca Berlinguer. La comica romana gli ha infatti chiesto se fosse geloso della sua ragazza, e la risposta di Gabriel ha lasciato tutti spiazzati.

Galaxy S8 sta andando a ruba: vendute già 5 milioni di unità
Anche se non possiamo fornire tutti i dettagli posso confermare che le vendite stanno andando molto bene in tutto il mondo. Missione possibile? A giudicare dai dati si direbbe proprio di sì.

Dopo lo spassoso siparietto, comunque, è stato dato spazio anche ad un momento di serietà in cui Gabriel Garko si è aperto a Virginia Raffaele, parlando della sua vita privata e in particolare del suo rapporto con la fidanzata Adua Del Vesco.

Ma l'umorismo, il divertimento e le imitazioni non sono stati gli unici protagonisti della serata. Adesso i fan e i telespettatori aspettano con ansia la messa in onda della seconda puntata di "Facciamo che io ero".

La gag funziona. La show anche di più. "E sono felice che a rendere possibile tutto ciò sia una donna". Un risultato questo ottenuto anche grazie ad un lavoro di squadra eccezionale, che ringrazio personalmente" e ringraziamenti arrivano anche da direttore generale della Rai Antonio Campo dall'Orto: "Un incoraggiamento a continuare a innovare.

Comments