Berlusconi e Brambilla fondano il Movimento animalista

Adjust Comment Print

Il manifesto del nuovo partito è stato pubblicato dall'Onorevole Brambilla sulla sua pagina Facebook: Nasce oggi a Milano, con un'assemblea costituente, il Movimento Animalista, una forza politica indipendente da qualsiasi altro partito, che pone la tutela degli animali e dei loro diritti in cima alle sue priorità: una novità per l'Italia.

Insieme a Michela Brambilla, l'ex Premier è socio fondatore del Movimento Animalista. Secondo questi dati - aggiunge analizzato la voglia di politiche 'animaliste' individuate attraverso il campione - avreste 160 parlamentari e 63 senatori.

Agguato mafioso a Palermo, ucciso il boss Dainotti
L'arresto del padrino di Porta Nuova, Alessandro D'Ambrogio , aveva riacceso gli animi all'interno di Cosa nostra. Dainotti era ritenuto un esponente di spicco di Cosa nostra e fedelissimo del capomafia Salvatore Cancemi .

La Brambilla è fondatrice della Lega Italiana Difesa Animali e Ambiente (LEIDAA) e Berlusconi ha deciso di impegnarsi al fianco del nuovo Movimento Animalista, affermando che Forza Italia appoggerà tutte le proposte di legge che arrivano da questo nuovo partito.

Silvio Berlusconi si è sempre mostrato vicino ai movimenti e alle associazioni che difendono gli animali. L'ex premier chiederebbe il contribuito di una serie di personalità della galassia animalista. "Adesso al mattino vado nel parco di Arcore con un seguito di 13 animali".Tornando al fronte elettorale per cui punta anche sul nuovo partito dalla sensibilità animalista, Berlusconi, in tema alleanze, ha rilanciato l'unità del centrodestra che "può consentirci di avere successo sugli altri partiti, dando per il futuro un governo con ministri tranquilli, intelligenti ed equilibrati, ma anche capaci e di esperienza". Nelle intenzioni dichiarate nel manifesto: Il Movimento Animalista si batterà dunque contro ogni forma di violenza e di sfruttamento degli animali, per aumentarne la protezione e migliorare la convivenza tra l'uomo e gli altri esseri senzienti. "Pensiamo che Forza Italia arrivava al 22% nei tempi d'oro", conclude Noto. "Ebbene, noi siamo qui non solo per ricordare che votano anche gli amici degli animali, e sono la maggioranza, ma soprattutto per dare al nostro impegno, finora di natura sociale, un chiaro sbocco politico" ha aggiunto. "Dimostreremo anche cosa rappresentano i nemici della Cultura rurale, in modo tale da far capire alle istituzioni a quali realtà è più opportuno fare riferimento nell'emanazione dei vari provvedimenti che interessano la collettività" scrivono da Acr.

Comments