G7, il videomessaggio di Gentiloni: bisogna dare delle risposte

Adjust Comment Print

Quindi, conclude, "al G7 chiediamo risultati, sappiamo non sara' un confronto semplice, ma lo spirito di Taormina ci puo' aiutare nella direzione giusta". È quanto spiegano fonti diplomatiche italiane che seguono il dossier. Per uno dei loro esponenti, Gianmarco Catalano "i black bloc sono un'invenzione mediatica", ma in realtà "sono degli infiltrati di altre parti, di chi non vuole fare sentire le voci dal basso". Perché "pur sostenendo i diritti umani dei migranti e rifugiati, riaffermiamo i diritti sovrani degli Stati di controllare i loro confini e fissare chiari limiti ai livelli netti di immigrazione, come elementi chiave della loro sicurezza nazionale e del loro benessere economico".

I cittadini di Taormina, nel primo giorno del G7, si sono svegliati con il rumore degli elicotteri nelle orecchie. La passeggiata in centro riassume emblematicamente le posizioni di questo G7. Soprattutto sull'Ucraina e sulle sanzioni alla Russia.

Tra i sette, molti i volti nuovi: Paolo Gentiloni, Donald Trump, Emmanuel Macron e Theresa May siederanno per la prima volta al tavolo del club.

A fare gli onori di casa è stato il Presidente del Consiglio italiano Paolo Gentiloni che ha accolto i prestigiosi ospiti del 43° vertice. Poi, dalle 12.30 comincerà per i leader la sessione di lavoro all'hotel San Domenico. I sei insieme, Trump da solo. "C'è una questione che resta in sospeso - ha poi ammesso Gentiloni -, gli accordi di Parigi sul clima". Inoltre Der Spiegel sostiene che l'inquilino della Casa Bianca abbia definito i tedeschi "cattivi", visto il loro surplus commerciale. E quella sarà l'occasione per entrare nel merito di alcuni dei nodi più spinosi del vertice di Taormina: dal clima al commercio internazionale, prima di sospendere i lavori per il programma serale.

Sono tanti i temi al centro del G7: dalle crisi mondiali alle sfide energetiche, dal sostegno alla cultura alla tutela dell'ambiente, dalla sicurezza alimentare al clima. A Taormina giungeranno anche sei organizzazioni internazionali ed africane, rappresentate da circa duemila delegati.

Ferrari, Marchionne: mi aspetto che vinca a Montecarlo, auto c'è
E rifiuta ogni paternità sulla riscossa del suo team: "Non è a mia somiglianza, ma a somiglianza della Ferrari ". Lui era molto nervoso perché la macchina non c'era .

Agenpress - Alle 11.30 al Teatro Greco la cerimonia inaugurale del G7 dove i leader si incontreranno per la prima foto di famiglia.

"Appena arrivato in Italia per il G7".

Intanto il presidente del Consiglio Ue Donald Tusk ha commentato l'attacco terroristico di Manchester.

Sono passati, e non è cosa da sottovalutare - fanno notare gli stessi sherpa italiani che parlano di "un buon compromesso" - i principi base dell'approccio globale, quello "a lungo termine", con il coinvolgimento dei paesi di origine e la responsabilità condivisa. Non c'è pericolo: Trump non considera certamente i cambiamenti climatici una priorità della sua agenda ed ha già fatto sapere che una decisione sarà presa solo dopo una valutazione degli argomenti che gli saranno illustrati dai suoi consiglieri nei prossimi giorni.

Comments