G7: Gentiloni, su commercio passi avanti significativi

Adjust Comment Print

Presso l'hotel Hilton di Giardini Naxos hanno infatti aperto i lavori del summit il presidente della commissione europea Jean-Claude Juncker ed il presidente del consiglio europeo Donald Tusk.

"G7 ha ospitato discussione vera ma forse in questo caso è stata più autentica di altre volte". Queste le parole del presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, nella conferenza stampa finale del G7 di Taormina. E ancora, Christine Lagarde, a capo del Fondo monetario internazionale e Antonio Guterres, segretario generale dell'Onu.

Primo vertice G7 per Donald Trump che, oltre a puntare i piedi su clima, commercio e migranti, ha infranto più volte orari e 'bon ton' diplomatico, dilatando oltremisura il concetto di informalità di questo tipo di summit.

Durante il suo discorso Trump ha ringraziato l'Italia e gli alleati della Nato per il contributo dato alla lotta al terrorismo: "Vinceremo - ha detto il presidente americano - Si è chiusa una settimana storica".

"Al G7 ho richiamato tutti a una maggiore sicurezza sul fronte dell'immigrazione con l'obiettivo di proteggere i nostri cittadini": lo ha detto Trump definendo i lavori del G7 "molto costruttivi".

Edicola: L'Inter vicinissima a Di Maria, anche la Samp pensa a Totti
Con Perisic al Psg o comunque lontano dall'Inter , insieme a Di Maria alla Pinetina arriverà anche un altro esterno di qualità. Il nodo da sciogliere resta l'alto ingaggio dell'argentino , che a Parigi , sponsor compresi, supera i 7 milioni più bonus.

"Siamo soddisfatti" ha continuano il premier.

In merito allo spinoso tema all'ordine del giorno sulla crisi Russai-Ucraina, nel dossier finale si legge che i Sette Grandi si impegnano a prendere "ulteriori azioni" nei confronti della Russia se Mosca non dovesse rispettare in futuro gli accordi di Minsk.

Sui migranti è stato confermato il diritto sovrano degli Stati sui propri confini. "Importante anche un focus sull'Africa a cui l'Italia teneva particolarmente". Spiega Gentiloni: "Le tracce dell'Africa sono molto forti dentro questo Vertice, più o meno un quarto, un quinto del tempo è stato dedicato al confronto con le organizzazioni africane". Poi afferma che sull'accordo del clima non ci sarà nessun compromesso. Sul primo ci sono stati "passi avanti significativi", ha detto ancora il premier. Il punto di equilibrio tra la tutela dei settori più deboli che possono essere sfavoriti dalla globalizzazione e la tutela del commercio libero.

È sul clima che purtroppo ci si è trovati difronte ad un G6 più uno. "Mi auguro che questa fase si concluda presto e bene", ha aggiunto Gentiloni. Non c'è l'ok di Trump, che ha sempre criticato gli accordi parigini e che ha fatto sapere via Twitter che deciderà la prossima settimana. "Non era certo Taormina l'occasione - ha proseguito -".

Comments