Giro d'Italia: è il giorno di Pordenone

Adjust Comment Print

Teoricamente si, anche se tutto dipenderà anche dalla verve di Quintana e di Nibali (senza tralasciare Pinot).

Di seguito anche la descrizione che lo stesso sito del Giro fa della tappa numero 19: "Tappa con due salite in partenza (Monte Croce Comelico e Sappada) seguite da una lunga discesa spezzata dalla salita, breve, ma abbastanza intensa, di Sella Chianzutan prima della seconda parte di avvicinamento a Aviano".

Com'è accaduto oggi, nella tappa vinta strameritatamente da Mikel Landa, già battuto due volte allo sprint in questo Giro, che s'è involato ai -9,8 km, lasciando sul posto Rui Costa, poi secondo.

I primi chilometri di questa tappa facevano pensare ad una giornata di trasferimento in vista dell'erta finale verso Piancavallo. Non sono sorpreso di quanto vada forte Dumoulin. Il leader della classifica generale mantiene comunque poche possibilità di fare suo il Giro, a meno che non si renda protagonista di una prestazione super nella cronometro finale di domani dove l'olandese parte da favorito.

Conte, addio Inter: "Ho ancora 2 anni al Chelsea"
C'è la volontà della società nel rinforzare una rosa che è stata costruita per fare il campionato, l'F.A. La Juve sembra molto forte, ma il Real ha Ronaldo che sta segnando tantissimo.

Zakarin scatta: Quintana ha un problema meccanico, ma poi di slancio recupera sul russo e su Nibali: il vantaggio su Dumoulin rimane di circa 40 secondi.

Il copione tattico della diciannovesima tappa del Giro d'Italia 2017 è stato chiaro fin da subito: al mattino Dumoulin e Nibali, dopo le polemiche del giorno precedente, si sono dati la mano ma poi in corsa è stata sfida vera. "Il colombiano, senza grossi meriti, ritrova a Piancavallo la maglia rosa con 38" di vantaggio su Dumoulin. Una località che riporta alla memoria il "Pirata" Marco Pantani, vittorioso nel 1998 nella località friulana. Attendiamoci dunque un finale palpitante sia per la lotta al trofeo senza Fine che per l'intero podio, in cui potrebbero entrare in gioco anche il quinto e il sesto, vale a dire Ilnur Zakarin (Katusha-Alpecin) e Domenico Pozzovivo (Ag2R La Mondiale).

La ventunesima e ultima tappa del Giro d'Italia dal circuito monzese, attraverso le vie cittadine, giungerà fino in Piazza Duomo a Milano dove gli atleti taglieranno il traguardo. Oggi, domani, dopodomani e domenica si scriverà la storia di questo giro. Ieri, karma o non karma, c'era un altro tappone tra le montagne e al momento di salire a Piancavallo a Dumoulin gli ha ceduto la gambetta.

Comments