Totti: "È arrivato il momento. Ho pianto tutti i giorni"

Adjust Comment Print

L'ultimo di una carriera inimitabile e incredibile. Al 9' della ripresa arriva finalmente il momento di Francesco Totti che entra in campo tra le ovazioni del pubblico al posto di Mohamed Salah. Ho letto tante cose belle, e ho pianto tutti i giorni da solo. Con voi dietro alle spalle, che mi avete spinto nel bene e nel male.

ORE 20.27 - Invasione pacifica di campo di un tifoso che visibilmente commosso voleva abbracciare Francesco Totti. "E in questi giorni con mia moglie ci siamo messi a tavolino e le ho raccontato un po' gli anni vissuti con questa maglia, questa unica maglia".

Anche io ho avuto i miei idoli, come tutti. Grazie Roma, grazie mamma e papà. Vorrei scrivere una poesia, una canzone, ma ho provato a esprimermi con i miei piedi. Ho voluto iniziare dalla fine, dai saluti, perché non so se riuscirlò a leggere queste poche righe. E' impossibile raccontare 28 anni di storia in poche frasi. Per me tutti i gol sono uguali, rigore o azione.

G7, il videomessaggio di Gentiloni: bisogna dare delle risposte
A Taormina giungeranno anche sei organizzazioni internazionali ed africane, rappresentate da circa duemila delegati. Intanto il presidente del Consiglio Ue Donald Tusk ha commentato l'attacco terroristico di Manchester .

Queste invece le dichiarazioni di Spalletti a Mediaset Premium: "Quando si allena la Roma l'unico obiettivo è la vittoria e a qualcuno questo secondo posto non piacerà ma è un traguardo importante".

A proposito sapete che il mio giocattolo preferito è ancora il pallone? Ma ad un certo punto della vita si diventa grandi. Per essere sincero in quel momento non gli ho detto di no, ti rendi conto, Totti mi sta chiedendo una cosa così?! Maledetto tempo. E' lo stesso tempo che il 17 giugno 2001 (Roma-Parma giorno dello scudetto romanista, ndr) avremmo voluto passasse in fretta. Non vedevamo l'ora che l'arbitro fischiasse tre volte. Ha tante qualità è vero, ma in qualcosa deve ancora crescere. Mi sono chiesto perché mi stiano svegliando da questo sogno. Mentre voi volete continuare a dormire e provate a riprendere il filo di quella storia e non ci si riesce mai? Questa volta non vedo buchi nella rete. Anche io ho scritto, anzi abbiamo scritto una lettera per voi e non so se riuscirò a leggerla, ci provo. Ora è finita veramente, mi levo la maglia per l'ultima volta, la piego per bene anche se non sono pronto a dire basta e forse non lo sarò mai. Scusate se in questo periodo non espresso i miei pensieri ma spegnere la luce non è facile. Ci importa ciò che ha dato. Con il vostro affetto riuscirò a voltare pagina sicuramente e a buttarmi in una nuova avventura.

Ringrazio giocatori dirigenti tecnici tifosi e la curva sud. Tutti coloro che amano lo sport ricambiano. "Nascere romani e romanisti è un privilegio: vi amo". Siete e sarete sempre la mia vita. Il mio cuore sarà sempre qui con voi. Ora scendo le scale, entro in uno spogliatoio che mi ha accolto che ero un bambino e che lascio adesso, che sono un uomo. Sono orgoglioso e felice di avervi dato 28 anni di amore.

Comments