Sorelle rom morte nell'incendio del camper, due indagati

Adjust Comment Print

Su un lenzuolo la scritta: "Sono morti del quartiere". Intanto, si cerca il colpevole o i colpevoli di questo deplorevole gesto.

Il padre di famiglia aveva quindi deciso di abbandonare il campo rom per mettere al sicuro la famiglia e si era stabilito nel parcheggio di via Ugo Guattari, dietro al centro commerciale di Viale della Primavera a Centocelle.

A coordinare l'inchiesta è il pm Antonio Di Maio, secondo il quale non ci sono dubbi sul fatto l'incendio sia stato appiccato sapendo che in quel camper dormiva un'intera famiglia.

Verratti: "Psg? Penso di restare, ma parlerò col Presidente…"
Ho sempre detto che vincere con il PSG è stato molto importante, io sono qui da cinque anni, è come una famiglia". La Coppa di Francia era un obiettivo come lo era pure il campionato. "Credo che restero' qui".

L'accusa rivolta ai due nomadi è quella di omicidio plurimo, tentato omicidio e porto di oggetti incendiari.

In un video è ripresa una persona che lancia una bottiglia incendiaria contro il camper dove dormivano, assieme alle tre sorelle, altri membri della numerosa famiglia che riuscirono a mettersi in salvo. Si indaga anche sul movente che avrebbe portato alla tragedia ed alla morte delle tre sorelle, di 4, 8 e 20 anni, ed a quanto emerge dalle prime indiscrezioni sembra che le piste puntino verso la vendetta.

Comments