Massimiliano Mecozzi e la surreale telefonata al 118 sul bimbo con l'otite

Adjust Comment Print

"Non usate farmaci, solo una semplice terapia domiciliare".

La procura torinese ha iscritto nove persone al registro degli indagati per la morte del piccolo Aldo Ubaudi, il bambino di 6 anni travolto sabato scorso da un'auto durante il "Rally Città di Torino" mentre assisteva alla gara insieme ai genitori. A quel punto il dottor Volpi reagisce con durezza: "Non se ne parla nemmeno". Per rintracciare quell " Sos' e ricomporre i contenuti di tutti i messaggi e le conversazioni intercorse fra Mecozzi e la famiglia di Cagli nei 15 giorni del calvario di Francesco il pm di Urbino Irene Lilliu ha nominato oggi un consulente informatico, Luca Russo. Attimi di paura, messi nero su bianco ai carabinieri dal medico del 118.

Intanto però Fabrizio Caccia sul Corriere della Sera racconta di una surreale telefonata tra Mecozzi e Mirko Volpi, medico del Pronto Soccorso dell'ospedale di Cagli.

Читайте также: Playoff Serie B: DIRETTA Benevento-Perugia 0-0 | Di Carmine sblocca ma viene annullato

Volpi ha riferito quanto dettogli da Mecozzi e la sua risposta, fornita dinanzi ai genitori. La donna lo avrebbe riferito al medico Volpi, il quale per evitare litigi in ambulanza, aveva deciso di attenuare la dose del farmaco al ragazzino.

Bimbo morto per le complicanze di una otite curata con l'omeopatia: il medico avrebbe cancellato il video in cui la madre del piccolo gli chiedeva aiuto. Di lì a poco sarebbe entrato in coma e trasferito all'ospedale Salesi di Ancona.

При любом использовании материалов сайта и дочерних проектов, гиперссылка на обязательна.
«» 2007 - 2017 Copyright.
Автоматизированное извлечение информации сайта запрещено.

Код для вставки в блог

Comments