'Ndrangheta, arrestato a San Luca Giuseppe Giorgi. Era ricercato da 23 anni

Adjust Comment Print

Da anni era ritenuto il "manager" della cosca Romeo, alias "Staccu" che opera a San Luca ma che gode di ramificazioni in tutto il territorio nazionale e in Europa.

Fine della latitanza per Giuseppe Giorgi, "u capra".

Nazionale, Ventura: "In futuro saremo la squadra da battere"
Come sottolinato dal ct Gian Piero Ventura: " Totti al posto di Oriali nel ruolo di team manager della Nazionale? ". Voglio vedere intensità e lucidità: "non sarà importante la vittoria ma il modo in cui la otterremo ".

Il latitante Giuseppe Giorgi, inserito nell'elenco dei cinque latitanti di massima pericolosita', stamattina alle ore 8.15 e' stato catturato nella sua abitazione di San Luca, in provincia di Reggio Calabria, dai carabinieri del Reparto Operativo con la collaborazione dello Squadrone eliportato Cacciatori Calabria. Giorgi, subito dopo essere uscito dal rifugio, ha anche cercato di tranquillizzare le due figlie, una di 26 e una di 24, che si sono lasciate andare a scene di disperazione. Ci è voluto del tempo però per sbloccare il complicato congegno d'accesso per permettere al boss di strisciare fuori. Deve scontare una condanna a 28 anni di reclusione per traffico internazionale di sostanze stupefacenti. "Prima o poi doveva succedere" ha detto alle figlie, che abitano in quel palazzo e preoccupate hanno assistito per tutta la notte alla perquisizione. Una volta sistemato il dispositivo il ricercato è uscito e si è fatto ammanettare.

Un altro duro colpoinferto alla 'ndrangheta messo a segno dai carabinieri di Reggio Calabria. Il suo nome era inserito nell'elenco dei 5 latitanti più pericolosi d'Italia.

Comments