Juve-Real, Allegri: "Loro favoriti, ma l'importante è essere convinti di vincere"

Adjust Comment Print

E venne il giorno.

Perché le finali di Champions League non si possono perdere sempre (alla Juve è riuscito 6 volte su 8) e non si possono vincere sempre (al Real è riuscito 11 volte su 14). Sono 450 milioni i supporters del Real Madrid stimati in tutto il mondo ed accaparrarsi un biglietto per il Millenium Stadium è stato un po' come vincere alla lotteria per loro. In quella occasione Zidane giocava nella Juventus e fu protagonista di una prestazione non certo memorabile. Dopo un cammino entusiasmante, impreziosito dalla batosta rifilata ai marziani del Barcellona e, grazie ad una difesa di ferro, sembra che sia arrivata l'ora del successo per la squadra di Allegri, che vuole rifarsi dopo la sconfitta all'ultimo atto di due anni fa. Ha cambiato faccia alla squadra. Da Buffon a Chiellini, da Barzagli a Bonucci fino a Marchisio: i cinque moschettieri azzurri sono ancora lì. Ecco un breve vademecum dell'antijuventino in cerca di motivazioni plausibili per non essere costretto a gufare, e a rimanerci poi male una volta tenuto sveglio dai clacson dei tifosi bianconeri sotto casa. Allegri ritiene che la Juventus abbia imparato molto dalla finale persa nel 2015, che la Juventus stavolta è davvero pronta per vincere. Il fuoriclasse portoghese resta il punto di riferimento del Real, l'uomo che da un momento all'altro può colpire in qualsiasi modo. Proprio dal confronto diretto fra CR7 e Buffon potrebbe uscire il prossimo Pallone d'Oro.

Come già anticipato in questo articolo, le misure di sicurezza nella città gallese saranno altissime, ma le forze dell'ordine hanno assicurato che faranno di tutto per rendere il più possibile piacevole e senza intoppi il soggiorno ai tanti tifosi.

Nazionale, Ventura: "In futuro saremo la squadra da battere"
Come sottolinato dal ct Gian Piero Ventura: " Totti al posto di Oriali nel ruolo di team manager della Nazionale? ". Voglio vedere intensità e lucidità: "non sarà importante la vittoria ma il modo in cui la otterremo ".

Cosa c'è da sapere sulla finale di domani?

È la Coppa dei Campioni: ai quarti di finale finisce 0-1 per i Blancos a Torino e 0-1 per i bianconeri a Madrid. A centrocampo Pjanic e il recuperato Khedira. Lo dice Dani Alves, terzino brasiliano della Juve, prima della finale Champions di Cardiff. Al fianco del brasiliano agiranno sulla trequarti Dybala e Mandzukic con Higuain punta centrale. "Dai singoli al collettivo, va detto anche che l'orchestra Real è diretta magnificamente da Zinedine Zidane".

NON IN GITA - La chiusura è di tipo motivazionale con Allegri che sprona l'intero ambiente bianconero: "Non siamo venuti qui tanto per venire a Cardiff, siamo venuti qui per portare a casa la Coppa".

Comments