Mister Luciano Spalletti: dalla Roma all'Inter per …iniziare a vincere

Adjust Comment Print

Spalletti vorrebbe trattenerlo, ma al momento non si è trovata un'alternativa per incassare i milioni utili da reinvestire in entrata.

L'Inter che per un anno è stata prigioniera della frenesia, si concede finalmente il tempo per pensare a se stessa e a ciò che vuole essere, ovvero una grande di fatto e non solo di nome.

Mourinho lo ha subito messo in cima alla sua personale lista dei desideri, le caratteristiche di Perisic si integrano in maniera quasi naturale con l'idea calcistica dell'allenatore del Manchester United ed è per questo, che dopo un lungo corteggiamento ed un offerta da 7 milioni a stagione per cinque anni, l'affare sembra essere vicino a concludersi. L'annuncio potrebbe arrivare nel week-end o al massimo all'inizio della prossima settimana. Si tratterebbe comunque di dettagli da limare, nulla di insormontabile quindi, e dunque non in grado di minare l'accordo di base.

Nazionale, Ventura: "In futuro saremo la squadra da battere"
Come sottolinato dal ct Gian Piero Ventura: " Totti al posto di Oriali nel ruolo di team manager della Nazionale? ". Voglio vedere intensità e lucidità: "non sarà importante la vittoria ma il modo in cui la otterremo ".

Reduce dal secondo posto coi giallorossi (e chissà se tutti hanno remato nella medesima direzione?), all'Inter Spalletti si presenta con tanta buona volontà e tutti i presupposti per far bene.

Stando a quanto riportato da Premium Sport, infatti, nelle ultime ore il croato si sarebbe allontanato dal Manchester United. Insieme a Spalletti arriveranno in tre. Nello staff di Spalletti ci saranno sicuramente anche Marco Domenichini e Daniele Baldini, che lo accompagneranno anche in questa. Con loro anche Alessandro Pane, in veste di collaboratore tecnico, oltre chiaramente a Lele Oriali, che la dirigenza richiamerà alla base.

Comments