Blitz anticamorra a Napoli: 27 arresti, in manette anche un

Adjust Comment Print

Maxi blitz anti-camorra a Napoli.

L'area nella quale gli investigatori hanno operato è tra le più difficili; quella che spazia tra Secondigliano e Scampia. I destinatari delle ordinanze di custodia cautelare sarebbero accusati, a vario titolo, di reati che vanno dall'associazione finalizzata al traffico di droga al tentato omicidio pluriaggravato, dall'estorsione al favoreggiamento e alla detenzione illegale di armi. Stando alle indagini prese parte all'agguato organizzato dal clan della Vinella Grassi per uccidere Giovanni Esposito, esponente di rilievo dell'organizzazione nemica degli Abbinante.

Allegri, rinforzi da Champions o addio: c'è il Psg
Un pensiero a parte invece va espresso per quanto accaduto a Torino nella notte di sabato. Quasi un 'ricatto' (sportivo), viste le offerti che ci sono sul tavolo.

Lotte che invece uno dei due clan, quello facente capo alle famiglie Vinella-Grassi, aveva intrapreso contro il clan Abete-Abbinante-Notturno per il controllo "militare" del territorio. Apporto fondamentale alle investigazioni è stato fornito dalle indagini tecniche, dagli accertamenti ed i minuziosi riscontri operati sia dalla squadra mobile presso la questura di napoli che dal gico della guardia di finanza, a partire dalle investigazioni che hanno condotto alla cattura di Antonio Mennetta al disvelamento di strutture organizzate come vasi comunicanti che connettevano la Vinella Grassi ai Di Lauro.

Queste venivano commesse con il sistema del "Cavallo di ritorno": venivano rubate delle auto e subito dopo si proponeva al proprietario di rientrare in possesso del mezzo, dietro pagamento di una lauta somma di denaro.

Comments