Final Eight Primavera: Fiorentina-Inter è l'ultimo atto della competizione

Adjust Comment Print

La fiammata di Emmers ad inizio ripresa vale la finale per i ragazzi di Stefano Vecchi che domenica (ore 18.00) affronteranno la Fiorentina. Tutto il tridente è andato a segno nel derby, dunque De Rossi può dormire sonni tranquilli almeno sulla carta. Ma l'Inter è più solida e talentuosa della squadra biancoceleste, il rispetto è reciproco, la paura di esporsi si vede, così la prima occasione, a metà primo tempo, è un tentativo di autogol dell' uomo delle triplette, il centravanti Edoardo Soleri, che, piazzato sul primo palo su un angolo di Rivas, rischia la frittata. L'Inter spreca al 71° l'occasione per chiudere i conti, con Valietti che riceve sul secondo palo da Emmers, ma manda il pallone sull'esterno della rete a porta vuota. Poi è Tumminello a far venire i brividi a Di Gregorio, ma il suo colpo di testa è alto. L'ultimo quarto d'ora è un assedio giallorosso: Vecchi inserisce il terzo centrale difensivo, Lombardoni, la diga tiene, e Pinamonti rischia pure un clamoroso 2-0 in contropiede, sventato dall'ottima uscita a trequarti di Crisanto.

E' Fiorentina-Inter la finale della 55ª edizione del campionato Primavera, un atto conclusivo che si annuncia particolarmente equilibrato viste le caratteristiche dei due tecnici e delle squadre stesse. I viola sono certamente la sorpresa della fase finale, mentre i nerazzurri sono una certezza a questi livelli. Ma con oggi i giallorossi chiudono un ciclo, con una concentrazione di talenti difficilmente ripetibile.

Australia: Arabia Saudita no a minuto silenzio per vittime Londra
Il risultato non verrà ricordato, mentre nella mente di tutti resta quel gesto che ha preceduto il fischio d'inizio. Nessuna sorpresa quindi, ma intanto in Inghilterra e in Australia infuria la polemica.

1 Di Gregorio (C); 2 Valietti, 5 Gravillon, 6 Vanheusden, 3 Cagnano; 4 Carraro, 14 Awua; 11 Belkheir, 8 Emmers, 22 Rivas; 9 Pinamonti. A disposizione: Mangano, Danso, Mattioli, Bollini Frigerio, Butis, Rover, Mutton, Dekic, Sala, Putzolu.

ROMA (4-3-1-2): Crisanto; De Santis, Grossi, Ciavattini, Anocic (38' s.t. Cappa); Frattesi, Bordin (50' s.t. Marcucci), Spinozzi (25' s.t. Valeau); Antonucci; Tumminello, Soleri. All.

Comments