Alghero: turbativa d'asta, ai domiciliari vicesindaco e l'ex della Juve Cuccureddu

Adjust Comment Print

Fra i cinque indagati c'è anche Giovanni Chessa, presidente e segretario della commissione di gara per gli impianti sportivi di Maria Pia. I provvedimenti sono arrivati a termine di un'inchiesta portata avanti dalla procura di Sassari riguardante l'assegnazione della gestione dell'impianto sportivo di Mari Pia, nel comune di Alghero. L'indagine del Noe è scattata nel luglio 2016. Tra gli arrestati anche il dirigente del settore Sport del Comune di Alghero, Giansalvo Mulas. Secondo l'accusa, i punteggi sarebbero stati gonfiati e i verbali di gara falsificati, in modo da omettere le operazioni realmente avvenute, senza rispettare i principi di trasparenza e imparzialità della Pubblica amministrazione.

Legge elettorale, Renzi: "Partita chiusa, al voto nel 2018"
Tutti sanno che il modello tedesco non era il nostro ma sarebbe stato positivo per il Paese avere regole condivise. Lo afferma il segretario del Pd, Matteo Renzi . "I cinque stelle sono semplicemente inaffidabili per definizione".

Nei confronti di altre due persone i militari hanno eseguito anche due obblighi di dimora. Cuccureddu, oggi 68enne, ha legato tutta la carriera alla Juventus nella quale ha militato per dodici stagioni a partire dal 1969. Sulla panchina della Primavera bianconera ha vinto un Torneo di Viareggio, mentre con Crotone e Grosseto ha ottenuto due promozioni in Serie B. Il difensore sardo ne conquistò sei (uno di questi, appunto, con un suo gol decisivo allo scadere dell'ultima giornata di campionato), insieme a una Coppa Italia e a una Coppa Uefa.

Comments