Fazio, è successo andare a ballottaggio

Adjust Comment Print

Palermo, 12 giu. (AdnKronos) - Il 25 giugno, durante il turno di ballottaggio, a sfidarsi per conquistare la poltrona di sindaco a Trapani saranno Girolamo Fazio, il candidato finito agli arresti domiciliari nell'ambito dell'inchiesta per corruzione 'Mare monstrum e scarcerato solo di recente, e l'uomo scelto dal Pd, Pietro Savona. Fazio si commuove quando, incontrando la stampa, ricorda il "consenso conseguito". Sul piano politico, Fazio ha escluso qualsiasi accordo al ballottaggio con l'ex sindaco di Erice, Giacomo Tranchida ed ha affermato che dialogherà con i suoi cittadini. A Trapani il Movimento 5 Stelle non ce l'ha fatta e resta fuori dal ballottaggio.

"Nessuna voglia di fare alleanze, di rivolgermi alla città ed anche all'elettorato di Fazio", dice invece Piero Savona, candidato sindaco del Pd.

"Quello che è successo ieri era quasi impossibile da realizzare". Netto quanto pesante il giudizio sul suo ex leader Tonino D'Alì e che è stato avversario al primo turno per la corsa a sindaco: "Non è stato sconfitto da me, ma dai trapanesi che gli hanno negato il consenso". Il senatore Antonio d'Alì poche ore dopo il deposito della liste si è visto recapitare un provvedimento, secondo cui, sarebbe "socialmente pericoloso" e su cui il giudice si pronuncerà il 4 luglio. E' coinvolto nell'inchiesta della Procura di Palermo che ha portato all'arresto dell'armatore della Liberty Ettore Morace per corruzione, indagine che ha coinvolto altri politici. Il Tribunale del riesame si dovrà pronunciare entro i prossimi 10 giorni. Fazio potrà contare quindi anche sul bacino elettorale di D'Alì.

Comunali: seggi aperti dalle 7, si vota in 1.004 Comuni
In entrambe i casi assegna il proprio voto sia alla lista contrassegnata sia al candidato Sindaco da quest'ultima appoggiato. Se nessun candidato ottiene più del 40 per cento delle preferenze si va al ballottaggio , che si terrà domenica 25 giugno .

Marascia (lista civica) 566 voti, 1,7 per cento.

Tra i 21 capoluoghi di Provincia, l'affluenza è andata oltre il 70% a Lecce (chiamata ad eleggere il successore di Paolo Perrone, sindaco uscente non ricandidabile dopo 10 anni alla guida della città), a Frosinone (dove cerca la riconferma il sindaco uscente di centrodestra Nicola Ottaviani) e a Rieti, dove si ripresenta il sindaco uscente di centrosinistra Simone Petrangeli, ma è una eccezione.

Comments