Ancora paura a Londra, arrestato un uomo armato di coltello

Adjust Comment Print

Ancora paura a Londra, questa volta davanti a Westminster.

È allarme al Parlamento di Westminster che sarebbe in 'lockdown'. Lo ha dichiarato Scotland Yard.

L'arresto dell'uomo armato di coltello non sarebbe legato al terrorismo. Lo riferisce il Daily Mirror. Per fermarlo, all'ingresso della St Stephen's Gate, davanti alla sede del Parlamento, non c'è stato bisogno di sparare colpi. Qualcuno aveva gridato "coltello, coltello" allrmando la polizia che è subito intervenuta.

Comunali, a Rignano sull'Arno Lorenzini batte Pd in terra di Renzi
La candidata dei democratici, Eva Uccella , si è fermata a 1136 voti, che corrispondono al 29,59%. Lorenzini nel 2012 era stato eletto dal Pd.

Il sospetto è stato arrestato: si tratta di un trentenne. Ooco dopo le porte di Westminster sono state chiuse e restano chiuse. L'uomo al momento risulta essere stato appunto bloccato con un taser, secondo il giornale Evening Standard.

L'arrestato, che dovrebbe avere poco meno di 30 anni, è ora detenuto in una camera di sicurezza della stazione di polizia nell'area sud di Londra. È infatti sospettato di possesso di armi atte all'offesa e di aver commesso, preparato o istigato azioni terroristiche. Secondo Scotland Yard infatti, i passanti avrebbero gridare "knife, knife" (coltello, coltello!) facendo scattare l'allarme dei poliziotti in gran massa vicini al Parlamento inglese dopo l'attentato di due mesi fa.

Comments