Al via i negoziati per la Brexit, primo incontro fra delegazioni

Adjust Comment Print

L'interrogativo che da mesi tutti si pongono è se si tratterà di una "hard" o "soft" Brexit.

Il primo giorno di negoziati si concentrerà sullo status degli emigrati, sull'aspetto economico del divorzio e sul confine con l'Irlanda del Nord.

Ora che le elezioni dell'8 giugno l'hanno trasformata in un'anatra zoppa, ora che le instabili alleanze parlamentari e il favore sempre più altalenante dell'opinione pubblica influiranno pesantemente sui negoziati per la Brexit, l'avversione di Theresa May nei confronti degli immigrati conta ancora qualcosa?

"Siamo aperti a ogni opzione, compresa quella di 'nessun accordo' tanto spesso menzionata dai leader britannici", dice Barnier. "Ciò deve cessare subito". La riduzione delle esportazioni di prodotti Made in Italy rispetto allo scorso anno riguarda in realtà - precisa la Coldiretti - praticamente tutte le categorie merceologiche, dagli autoveicoli in calo del 3,3% ai mobili in calo del 7,2%.

L'avvio dei negoziati per la Brexit potrebbe avvenire in uno dei momenti più caotici per la politica inglese degli ultimi decenni.

Il sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Al via i negoziati per la Brexit. Francoforte, "una città stabile e affidabile", si è già proposta come capitale finanziaria della Ue e sede delle agenzie europee per il controllo bancario e del farmaco. I negozionati dovranno assicurare che sia l'Unione sia il Regno Unito rispettino gli obblighi.

Mali, sotto attacco resort di turisti occidentali
Il 20 novembre 2015 un assalto jihadista all'hotel Radisson Blu Hotel provocò la morte di 20 persone e il ferimento di altre 170. E' il motivo per cui, quattro anni fa, i francesi inviarono le loro truppe scelte a garantire che in Mali non esploda il caos.

Gli scenari ora come ora sono pochi.

Il modello norvegese (o svizzero) si è rivelato vantaggioso economicamente, ma ridurrebbe infatti il Regno Unito a satellite della Ue. Bere vino in Gran Bretagna non è mai stato così caro, per effetto dei tassi di cambio sfavorevoli ma anche per l'aumento della tassazione sugli alcolici. Da una parte Michel Barnier, capo negoziatore Ue sulla Brexit, dall'altro il ministro 'specializzato' David Davis.

Che cos'è e cosa vuole il DUP?

Il conto alla rovescia verso novembre 2018 è partito.

La normativa europea che fissa in due anni il tempo a disposizione per trovare l'accordo prevede anche la possibilità di rinviare la scadenza, a patto però che ci sia l'accordo tra le parti.

La Germania è diventata la terza meta per gli investimenti spostando il Regno Unito alla settima posizione. All'indomani del voto che ha consegnato al Paese un "Parlamento appeso" senza la maggioranza per governare, era molto quotata l'ipotesi del ritorno immediato alle urne. In apertura dei lavori, Barnier ha detto di attendersi discussioni "costruttive" con il Regno Unito.

Comments