Sony sull'esclusione degli indie all'E3 2017: ora sono meno rilevanti

Adjust Comment Print

Negli ultimi due anni le cose sembrano cambiate e l'E3 2017 ne è un evidente esempio: gli indie sono tra gli assenti più evidenti della conferenza Sony. "Abbiamo detto che facevamo sul serio con gli indie game, che ci stavamo occupando di questo e di quest'altro con gli indie; No Man's Sky e così via, produzioni che poi sono esplose e si sono ritagliate una propria nicchia".

Viste le numerose domande poste sia dal pubblico che dalla critica specializzata, Jim Ryan, responsabile marketing e delle vendite di Sony Interactive Entertainment, ha voluto approfittare di un'intervista svoltassi presso GamesIndustry International per spiegare proprio il perché di una simile assenza.

"C'era un momento e una situazione, nelle prime fasi di vita di PS4 in cui era necessario prendere delle posizioni".

Samsung Galaxy Note 8: in arrivo anche una versione premium
Fotocamera posteriore con doppio sensore da 13 e 12 megapixel , mentre quella frontale dovrebbe essere da 8 megapixel . Il Galaxy Note 8 inoltre così come Galaxy S8 avrà un tasto dedicato per accedere all'assistente personale Bixby.

"Semplicemente era giusto parlare dei titoli indie fra il 2013 e il 2014, ora la questione è meno rilevante". E il fatto che abbiamo concesso loro meno spazio durante gli eventi, non significa in alcun modo che non siano importanti, o che non ci sono, o che non ce ne preoccupiamo più. Abbiamo il VR di cui discutere, ad esempio.

E sulla possibilità di presentare tutti i nuovi indie in cantiere con video veloci, Ryan spiega: "Ci siamo accorti che questi video in cui 10 giochi indie vengono mostrati in un minuto, non hanno quasi nessun valore". Nessuno può capirci qualcosa in quel lasso di tempo. Viene considerato quasi come tempo sprecato. Voi siete d'accordo con le parole di Ryan, o credete che gli indie abbiano ancora una certa importanza?

Comments