Spalletti: 'Borja? Cambierà squadra, ma ora siamo in troppi. Su Szczesny...'

Adjust Comment Print

Il nuovo allenatore nerazzurro, sentito da 'Sky' a margine di un evento (la consegna del premio 'Nicola Ceravolo'), traccia le linee-guida dell'Inter che verrà: ampio spazio, come prevedibile, all'argomento calciomercato. Spalletti ripete il mantra raccontato nella conferenza stampa di presentazione: "Per fare 10 vittorie in più rispetto alla passata stagione bisogna creare le basi, dipende da come riusciremo a lavorare". Il tutto considerando le regole del Fair Play Finanziario che ci impongono delle cessioni entro una certa data. La nostra squadra ha giocatori forti e pensiamo a loro. Posso dire che in difesa faremo sicuramente qualcosa. A centrocampo siamo a posto, se le cose restano così non andiamo a prendere nessuno. L'anno prossimo, in ogni caso, si punta ad un posto fra le prima quattro e quindi alla nuova Champions League, con quattro italiane sicure di partecipare: "Champions League? Il ragazzo è forte, nonostante l'età è una persona matura che sa fare le sue valutazioni: secondo me necessita di maggiore tempo e quello che sta venendo fuori ultimamente fa vedere che ci possano essere dei ripensamenti". "Ma l'obiettivo è ridare all'Inter la storia a cui è abituata". Ci sono stati campioni e ce ne saranno, lui è un predestinato. "Poi Szczesny è un grandissimo, sa usare i piedi ed è un estremo difensore moderno".

L'Inter prova l'allungo per Matuidi. Handanovic inserito nell'affare? Il Psg…
Il francese piace a Spalletti per la sua polifunzionalità: uno sradica palloni che all'occorrenza sa come ricamare. L'Inter vuole rinforzare il centrocampo e ha chiesto informazioni circa Blaise Matuidi .

"Capisco che i tifosi vogliano dei nomi, ma noi dobbiamo risolvere delle questioni finanziarie prime di poter dare il via al mercato".

Comments